Covid ultime 24h
casi +19.350
deceduti +785
tamponi +182.100
terapie intensive -81

Colpito dallo specchietto del bus mentre attraversa la strada: gli rimuovono parte del cervello

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 22 Giu. 2020 alle 16:38 Aggiornato il 22 Giu. 2020 alle 16:39
104
Immagine di copertina
Garon Credits: Twitter

Un papà è sopravvissuto alla rimozione di parte del suo cervello dopo essere stato violentemente colpito da uno specchietto retrovisore di un bus mentre attraversava la strada. Il suo nome è Garon White, ha 26 anni, è padre di quattro figli ed è stato in coma per 17 giorni prima di risvegliarsi.

L’incidente risale al 2018, ma l’uomo non ricorda nulla. Le prima parole di Garon sono state: “È stato estremamente angosciante e confuso, mentre è stato anche un grande shock quando mi è stato detto cosa era successo”.

Garon dopo l’operazione

Garon aveva appena lasciato un negozio e stava attraversando Penistone Road a Sheffield, nel South York, quando è stato colpito in faccia dal bus. L’autista Antony Naylor, di 51 anni, che non è riuscito a fermarsi, è stato condannato a una pena detentiva la settimana scorsa. La famiglia dell’uomo che ha subito il colpo è stata avvertita che potrebbe non sopravvivere, ma ha fatto una guarigione miracolosa.

Garon, che ora deve indossare un copricapo protettivo, dice che la sua vita è stata stravolta. Poi ha aggiunto: “La mia lesione cerebrale significa che non so cosa mi riservi il futuro, ma sto cercando di rimanere positivo e guardare al futuro piuttosto che al passato”. Poi un monito per sensibilizzare alla guida sicura: “Spero solo che parlando della mia storia i conducenti siano consapevoli del danno che possono causare e stiano più attenti durante la guida.”

Leggi anche: 1. Muore a 18 anni in un incidente stradale, i suoi compagni di classe discutono la maturità per lei 2. 1. Risse, assalti ai treni e overbooking sui biglietti: è caos sui regionali nel nord Italia | VIDEO /  3. Esclusivo TPI: Fontana e Gallera in centro a Roma senza mascherina. “Cancellate quelle foto”

104
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.