Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Per l’Onu la cooperazione tra Europa e Libia sui migranti è “disumana”

Immagine di copertina
Migranti in Libia. Credit: AFP PHOTO / MAHMUD TURKIA

La denuncia arriva da Zeid Raad al-Hussein, l'Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, secondo il quale “la sofferenza dei migranti in Libia rappresenta un oltraggio all'umanità”

Il principe giordano Zeid Raad al-Hussein, Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani, ha denunciato le condizioni precarie dei migranti in Libia e ha definito “disumana” la cooperazione in materia tra il paese del Nordafrica e l’Unione europea.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

“La comunità internazionale non può continuare a chiudere gli occhi di fronte agli inimmaginabili orrori affrontati dai migranti in Libia e far finta che la situazione possa essere risolta semplicemente attraverso il miglioramento delle loro condizioni”, ha detto Zeid, secondo il quale la politica dell’Ue, che “consiste nell’aiutare” la Guardia costiera libica nell’intercettazione e nel respingimento delle imbarcazioni dei migranti, è “disumana”.

“La sofferenza dei migranti in Libia rappresenta un oltraggio alla coscienza dell’umanità”, ha aggiunto Zeid, che si è detto convinto del fatto che la situazione sia diventata “catastrofica”.

Le parole dell’Alto commissario Onu arrivano il giorno dopo la dichiarazione congiunta approvata a Berna in occasione della riunione del Gruppo di contatto del Mediterraneo centrale, di cui fanno parte 13 paesi europei e africani, che ha posto come obiettivi il miglioramento delle condizioni di vita nei centri che accolgono rifugiati e migranti e “la ricerca di alternative alla detenzione”.

LEGGI ANCHE: “I libici picchiavano i migranti mentre io lasciavo morire una donna pur di salvarne altre quattro”

LEGGI ANCHE: “Stabilizziamo la Libia invece di respingere i migranti e fare accordi con le milizie”: Emma Bonino boccia il piano Minniti

Nel suo comunicato, Zeid ha denunciato il tipo di assistenza fornita da Unione europea e Italia alla Guardia costiera libica per respingere i migranti in mare, “nonostante le preoccupazioni espresse dai gruppi in difesa dei diritti umani” sulle sorti di queste persone.

“Gli interventi sempre più frequenti dell’Unione europea e dei suoi stati membri non sono stati per nulla efficaci nel ridurre il numero di abusi subiti dai migranti”, ha spiegato Zeid.

L’Alto commissario delle Nazioni Unite per i diritti umani ha inoltre rivelato che, nel corso di alcune visite nei centri che ospitano migranti in Libia a inizio novembre, gli osservatori hanno potuto constatare il rapido ed evidente deterioramento delle condizioni di vita.

“Gli osservatori sono rimasti sconvolti da ciò che hanno visto: migliaia di donne, uomini e bambini emaciati e traumatizzati, accatastati l’uno sopra l’altro, bloccati nei capannoni e privati della loro dignità”, ha detto Zeid.

LEGGI ANCHE: Nei centri di detenzione per migranti in Libia

LEGGI ANCHE: Il governo libico, sostenuto dall’Italia, ha pagato milizie paramilitari per fermare i migranti?

 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Iran: uccisa con 6 proiettili la 20enne Hadis Najafi mentre manifestava per Mahsa Amini
Esteri / Russia: 800 manifestanti arrestati per le proteste contro la mobilitazione in tutto il Paese
Esteri / Corea del Nord lancia missile balistico nel mar del Giappone
Ti potrebbe interessare
Esteri / Iran: uccisa con 6 proiettili la 20enne Hadis Najafi mentre manifestava per Mahsa Amini
Esteri / Russia: 800 manifestanti arrestati per le proteste contro la mobilitazione in tutto il Paese
Esteri / Corea del Nord lancia missile balistico nel mar del Giappone
Esteri / Servizio militare, Putin: “Pene più dure a chi diserta o si arrende”. L’Ue: favorire asilo per chi scappa
Esteri / Josep Borrell: “Prendiamo sul serio minaccia nucleare di Putin”
Esteri / Yvon Chouinard: storia del fondatore di Patagonia, che ha deciso di donare la sua azienda per il clima
Esteri / Ucraina, missile russo su Zaporizhzhia: un morto e 7 feriti
Esteri / Morti oltre 80 migranti al largo della Siria. Le famiglie sul barcone cercavano di raggiungere l'Europa
Esteri / Morte della Regina: “Harry furioso per l’esclusione di Meghan da Balmoral”
Esteri / Il Cremlino avverte Kiev: “Dopo il referendum, ogni attacco in Donbass sarà contro la Russia”