Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 21:57
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Lo Stato di New York approva disegno di legge per l’uso ricreativo della marijuana

Immagine di copertina

Il Senato e l’Assemblea statali di New York hanno approvato un disegno di legge per la legalizzazione dell’uso ricreativo della marijuana per i maggiori di 21 anni. Lo riferisce la stampa Usa. Gli adulti di almeno 21 anni, è stabilito, potranno acquistare cannabis e coltivarne piante a casa per uso personale. New York si unisce ad altri 14 Stati americani e al Distretto di Columbia dove è già consentito l’uso della marijuana.

“Per troppo tempo, il divieto della cannabis ha preso di mira in modo sproporzionato le comunità di colore con pesanti pene detentive”, ha dichiarato in una nota il governatore dello Stato di New York, Andrew Cuomo, confermando che firmerà la legge. “Questa legge storica rende giustizia alle comunità a lungo emarginate, abbraccia una nuova industria che farà crescere l’economia”, ha aggiunto.

La legge fissa a 85 grammi il nuovo limite per il possesso personale. Lo Stato di New York cancellerà automaticamente le condanne agli individui sanzionati per reati legati alla marijuana, che non saranno più considerati tali. “L’approvazione di questo disegno di legge non significa solo la legalizzazione della marijuana, ma l’investimento nell’istruzione per le nostre comunità, e la fine di decenni di sproporzionato discrimine nei confronti delle comunità di colore sulla base della legge federale sulle sostanze stupefacenti”, ha dichiarato il presidente dell’Assemblea, Carl Heastie. Secondo il deputato democratico, “ora quest’industria legale creerà posti di lavoro nel nostro Stato, anche per quanti hanno visto le loro vite minate da anni di leggi sulle droghe ingiuste”.

Leggi anche: Dopo 50 anni, l’Onu cancella la cannabis dall’elenco delle sostanze stupefacenti

Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan
Esteri / Usa: marito e moglie No vax muoiono di Covid, dicevano che il vaccino è “un attacco ai diritti umani”
Esteri / Usa, il video shock degli agenti che frustano migranti al confine con il Messico
Esteri / La donna che sfida i talebani: “Mentre tutti scappano dall’Afghanistan, io ho scelto di rimanere per lottare”
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli