Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 10:57
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Stati Uniti, i bambini segregati in un accampamento in New Mexico erano addestrati a compiere stragi a scuola

Immagine di copertina
Credit: Afp

Il responsabile, Siraj Ibn Wahhaj, è stato arrestato insieme al complice Lucas Morten. L'uomo è trattenuto in prigione senza cauzione

Erano addestrati a compire stragi nelle scuole i bambini trovati in un accampamento nel New Mexico, negli Stati Uniti, in cui erano segregati e ridotti alla fame. Lo riporta la Fox, che cita i documenti dell’inchiesta che ha portato all’arresto del responsabile Siraj Ibn Wahhaj, fermato insieme al complice Lucas Morten. L’uomo, che è stato trattenuto in prigione senza cauzione, avrebbe addestrato le piccole vittime a compiere sparatorie nelle scuole.

Wahhaj, si legge nel fascicolo inoltrato al tribunale della contea di Taos, aveva addestrato “all’uso di un fucile automatico in vista di un attacco a una scuola”.

I bambini sono stati trovati in un accampamento nell’area di Amalia, dove erano tenuti senza acqua, senza elettricità e senza cibo. Le condizioni cui erano ridotti hanno colpito gli agenti della polizia locale impegnati nelle operazioni di soccorso. “Nella mia vita non ho mai visto simili condizioni di povertà e faccio il poliziotto da trent’anni”, aveva dichiarato un agente.

Il ritrovamento della struttura – e il salvataggio dei bambini, ora affidati ai servizi sociali – è legato a un’inchiesta sul rapimento di un bambino di tre anni. Le ricerche erano iniziate nel 2017 nella contea di Jonesboro, in Georgia, quando Wahhaj, era sospettato di avere rapito suo figlio Abdul-Ghali. La madre aveva raccontato alla polizia che il bambino, epilettico e con problemi cognitivi e di sviluppo, era andato al parco con suo padre ma non era mai tornato.

Il 2 agosto lo sceriffo Hogrefe aveva ottenuto un mandato di perquisizione per un “accampamento di fortuna circondato da pneumatici e strada sterrata” in cui si supponeva che il padre 39enne si nascondesse in compagnia di un altro uomo. Durante l’operazione di polizia, i due uomini sono stati scoperti in possesso di un fucile semiautomatico AR-15, cinque caricatori pieni e quattro pistole cariche.

Morten è stato accusato di ospitare un fuggitivo e Wahhaj è stato arrestato in base al mandato emesso in Georgia per sottrazione di minori.

Nel campo è stato trovato il corpo di Abdul, il bambino scomparso.

“Abbiamo scoperto i resti ieri nel giorno del suo quarto compleanno”, ha dichiarato lo sceriffo Hogrefe.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Ti potrebbe interessare
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue