Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:25
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Myanmar, scomparso un giornalista della Bbc: “Prelevato all’alba mentre lavorava”

Immagine di copertina

Un giornalista della Bbc è scomparso in Myanmar durante le proteste contro il regime militare che ha deposto il governo eletto democraticamente a novembre 2020. A denunciarlo è stata la stessa emittente britannica: il reporter Aung Thura, che lavorava per il servizio birmano del network televisivo, è stato prelevato all’alba nella capitale Naypyidaw da uomini in borghese arrivati a bordo di un furgone mentre stava realizzando un servizio fuori da un tribunale.

In un comunicato, la Bbc ha espresso “forte preoccupazione” e chiesto alle autorità di “contribuire a localizzarlo”.  Thura è stato portato via insieme a un altro giornalista, Than Htike Aung, che lavora per Mizzima, un emittente locale a cui i militari hanno revocato la licenza all’inizio di marzo. “Stiamo facendo tutto il possibile per rintracciare Aung Thura”, si legge nel comunicato.

Dal golpe militare del primo febbraio che ha deposto il governo di cui faceva parte la premio Nobel per la Pace Aung San Suu Kyi sono stati fermati circa 40 giornalisti, 16 dei quali sono ancora in arresto. La giunta militare ha revocato la licenza di 5 testate giornalistiche. Secondo i gruppi di attivisti durante le manifestazioni di protesta, esplose inizialmente in modo pacifico, sono morte 232 persone, di cui otto negli ultimi giorni: la Bbc ha riportato che sono state sparate dalle forze di sicurezza nella città di Aungban mentre la polizia cercava di rimuovere le barricate allestite dai manifestanti. Il 14 marzo scorso almeno 38 persone sono state uccise dalla polizia in un solo giorno mentre protestavano.

Leggi anche: 1. “Arresti, violenze, acqua avvelenata: io, birmana in Italia, vi racconto cosa sta succedendo in Myanmar” 2. Myanmar, San Suu Kyi riappare in video davanti al giudice che dovrà processarla 3. Spari sui folla, uccisi almeno 18 manifestanti nelle proteste in Myanmar: è il giorno più buio

Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”
Esteri / La Corte europea dei diritti dell’uomo: il green pass “non viola i diritti umani”
Esteri / Incendio in Spagna: migliaia di persone in fuga dalle fiamme vicino alla Costa del Sol