Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:16
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Migranti, Lukashenko minaccia di fermare forniture di gas all’Europa: “Risponderemo a nuove sanzioni Ue”

Immagine di copertina

Migranti, Lukashenko minaccia di fermare forniture di gas all’Europa: “Risponderemo a nuove sanzioni Ue”

La Bielorussia bloccherà le forniture di gas verso l’Europa se, a seguito della crisi dei migranti scoppiata negli ultimi giorni, verrà chiuso il confine con la Polonia. È l’avvertimento lanciato dal presidente bielorusso, Alexander Lukashenko, considerato l’ultimo dittatore d’Europa.

“Se impongono altre sanzioni su di noi, dovremo rispondere”, ha detto Lukashenko, dopo l’intesa raggiunta dagli Stati membri dell’Ue per espandere il regime di sanzioni contro la Bielorussia, in risposta all’uso “cinico” dei migranti, come lo ha definito la presidente della commissione europea Ursula von der Leyen. Negli ultimi giorni migliaia di migranti si sono ammassati al confine Bielorussia e Polonia, tentando di superare la recinzione nei pressi del paese polacco di Kuznica. Una crisi che secondo l’Unione europea è stata orchestrata dall’uomo che guida la Bielorussia ininterrottamente da 27 anni, in un “attacco ibrido” all’Unione, che aveva già imposto sanzioni su Minsk dopo la repressione delle proteste seguite al voto dell’anno scorso.

Nelle scorse ore la cancelliera tedesca Angela Merkel ha chiesto a Vladimir Putin di intervenire per fermare la “strumentalizzazione” dei migranti da parte di Lukashenko. Una richiesta alla quale il presidente russo avrebbe risposto invitando l’Ue a riprendere le comunicazioni dirette con Minsk, interrotte dopo le controverse elezioni dell’anno scorso, che avevano portato alla rielezione del presidente bielorusso. Nel frattempo il presidente del Consiglio europeo Charles Michel, ha dichiarato che gli Stati membri stanno valutando la possibilità di finanziare muri sui confini esterni dell’Unione, un’ipotesi alla quale la Commissione si è detta contraria.

“La Polonia ci sta minacciando con la chiusura del confine. Sentitevi liberi di farlo, ci saranno meno immigrati che verranno da qui. Non è questo il problema”, ha detto Lukashenko secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa russa Tass, che cita la bielorussa Belta, minacciando di interrompere direttamente le forniture di gas tramite il gasdotto Yamal-Europe. “Cosa succederebbe se chiudessimo il transito [del gas] attraverso la Bielorussia? Non potrebbe passare dall’Ucraina dal momento che il confine russo lì è chiuso. Non ci sono rotte attraverso i paesi baltici. Se lo chiudessimo per i polacchi e i tedeschi, allora cosa succederebbe? Non dovremmo fermarci davanti a nulla per proteggere la nostra sovranità e indipendenza”, ha aggiunto Lukashenko. “Mentre teniamo l’Europa al caldo, loro minacciano di chiudere il nostro confine. Cosa succederebbe se bloccassimo le loro forniture di gas? Quindi consiglio ai leader di Polonia, Lituania e altri senza cervello di pensare prima di parlare”, ha detto.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Esteri / Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici
Esteri / Austria, morto di Covid l’esponente No Vax Biacsics: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina
Esteri / Usa, sparatoria in una scuola del Michigan: 15enne apre il fuoco sui compagni. Morti 3 studenti
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa