Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Mille migranti hanno assaltato il confine tra Spagna e Marocco e sono stati respinti dalla polizia

Immagine di copertina
Credit: Reuters

Il fatto è avvenuto nell'exclave di Ceuta, una città autonoma spagnola situata in Nordafrica e circondata dal territorio governato da Rabat

Decine di migranti provenienti dall’Africa sub-sahariana hanno attraversato il confine dell’exclave spagnola di Ceuta, in Africa settentrionale. La città è un lembo di terra governata da Madrid e circondata dal Marocco.

Nelle prime ore del mattino, decine di persone sono riuscite ad abbattere la recinzione, entrando di fatto in Europa. Circa mille persone, armate di sassi e bastoni hanno sfondato la linea di confine.

Le forze di sicurezza sono state prese di sorpresa, non si aspettavano infatti un numero di persone così alto e una tale violenza.

Questo ha portato i migranti a scontrarsi con la polizia spagnola a Ceuta e con quella marocchina al varco di frontiera. Sei agenti sono rimasti contusi a seguito degli scontri.

La Croce Rossa sostiene di aver assistito 186 persone dopo i fatti di Ceuta, aggiungendo che quattro migranti sono stati portati in ospedale. Al momento la polizia di Ceuta ha riferito di aver già arrestato la maggior parte di coloro che hanno attraversato il confine e di averli trasferiti in un centro per la loro successiva espulsione.

I migranti cercano spesso di attraversare i confini delle due exclave spagnole in Africa settentrionale, Ceuta e Melilla, spesso abbattendo recinzioni alte fino a 6 metri e sormontate dal filo spinato.

Una volta dentro le exclave spagnole, i migranti vengono di solito catturati e trasferiti in rifugi temporanei. Coloro che hanno diritto alla protezione internazionale vengono poi portati sulla terraferma spagnola, gli altri sono espulsi e deportati nei loro paesi d’origine.

Molti migranti cercano di entrare in Spagna come mezzo per raggiungere altre parti d’Europa. Gli arrivi attraverso Ceuta e Melilla, così come il numero di migranti che tentano di raggiungere la Spagna attraversando la striscia di mare che la divide dal Nord Africa, è in aumento, anche se la rotta tra la Libia e Italia resta tuttora la più battuta.

La Croce Rossa ha dichiarato che nel 2017 oltre 7mila migranti hanno attraversato il confine spagnolo a Ceuta e Melilla, a fronte dei poco più di tremila e seicento del 2016.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Il principe George avverte il compagno di classe: “Stai attento, mio padre sarà Re”
Esteri / Biden sulle elezioni in Italia: "Non c’è da essere ottimisti"
Esteri / Arabia Saudita: Mohammed bin Salman rimpiazza il padre e diventa Primo Ministro
Ti potrebbe interessare
Esteri / Il principe George avverte il compagno di classe: “Stai attento, mio padre sarà Re”
Esteri / Biden sulle elezioni in Italia: "Non c’è da essere ottimisti"
Esteri / Arabia Saudita: Mohammed bin Salman rimpiazza il padre e diventa Primo Ministro
Esteri / L’ambasciata Usa a Mosca ha chiesto ai cittadini americani di lasciare subito la Russia
Esteri / Minaccia nucleare, bando urgente di Mosca per l’acquisto di ioduro di potassio
Esteri / Ucraina, referendum in Donbass: vincono i sì con oltre il 90%
Esteri / Iran, la minaccia della polizia per piegare la rivoluzione: “Useremo tutta la forza”
Esteri / La provocazione di Putin: Edward Snowden diventa cittadino russo
Esteri / Gas, perdite nei gasdotti Nord Stream 1 e 2: “Danni deliberati”
Esteri / Patrick Zaki, ipotesi prolungamento processo