Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:15
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La messa che va avanti no stop da 49 giorni per salvare una famiglia di migranti

Immagine di copertina
La messa viene celebrata da 49 giorni

Il prete non si ferma, sta diventando un record

Sono 49 giorni che la chiesa olandese celebra ininterrottamente la messa per salvare una famiglia di rifugiati.

La storia – In una chiesa olandese la messa dura da oltre 49 giorni ore per proteggere una famiglia armena dalla deportazione. La chiesa di Bethel a L’Aia sta cercando di proteggere la famiglia Tamrazyan, che a quanto si dice è fuggita dall’Armenia nel 2010 e di recente ha visto revocato lo status di asilo. La legge olandese vieta alla polizia di entrare nei luoghi di culto mentre è in corso una messa. Quattrocento pastori di tutto il paese si sono recati a L’Aia per mantenere il servizio attivo 24 ore su 24.

L’inizio – La chiesa Bethel de L’Aja ha iniziato la cerimonia a oltranza dalle 13:30 del 26 ottobre, ha detto la chiesa. Sta cercando di proteggere la famiglia Tamrazyan, che è fuggita dall’Armenia nel 2010, secondo quanto riferito da CBC e CNN. La famiglia ha tre figli. La polizia non può entrare in uno spazio “destinato a riunioni religiose o riflessive di natura filosofica, durante la riunione di culto o di riflessione”, dice la legge del 2010 General Act on Entry.

La famiglia – Nell’aprile 2010 alla famiglia è stato concesso l’asilo al suo arrivo in Olanda, ma il governo ha respinto la loro richiesta di ottenere lo status di asilo politico completo, ha detto la CNN. Non è chiaro quando il governo olandese abbia preso questa decisione. Quattrocento pastori di tutto il paese si sono offerti volontari per mantenere attivo il servizio di messa, ha riferito la CBC.

Il record – Il parroco ha spiegato: “Ho copiato e incollato le liturgie degli ultimi 10 anni in un unico documento enorme e abbiamo semplicemente cantato e pregato su questo, fino a quando non sono stati trovati altri pastori che hanno preso il mio posto”, ha detto. Il reverendo Joost Roselaers, uno dei pastori, ha detto alla CNN: “Andremo avanti fino a quando non sarà chiaro che questa famiglia può rimanere”.

Sono molte le iniziative considerate “fuori legge” che stanno aiutando i rifugiati, quella della chiesa di Bethel ne è un esempio.

Ti potrebbe interessare
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson
Esteri / Vettel contro Orban: indossa la maglietta pro Lgbt. “Sostengo chi soffre, squalificatemi”
Ti potrebbe interessare
Esteri / I sospetti dei media Usa e inglesi sulla vittoria di Jacobs: “La storia è piena di vincitori dopati”
Esteri / Regno Unito, in autunno terza dose di vaccino per tutti: la decisione di Boris Johnson
Esteri / Vettel contro Orban: indossa la maglietta pro Lgbt. “Sostengo chi soffre, squalificatemi”
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Esteri / Obbligo di vaccino per i dipendenti Google e Facebook
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo