Il Venezuela proroga l’uso della banconota da 100 bolivar

Si tratta della banconota più diffusa, e il ritiro in assenza dell'annunciato rimpiazzo con quella da 500 bolivar avrebbe lasciato molti venezuelani senza liquidità

Di TPI
Pubblicato il 18 Dic. 2016 alle 11:58 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 16:30
0
Immagine di copertina

Il governo venezuelano ha esteso fino al prossimo 2 gennaio l’uso della banconota da 100 bolivar, dopo che l’annuncio del suo ritiro aveva scatenato dimostrazioni e saccheggi. Si tratta della banconota più diffusa, e il ritiro in assenza dell’annunciato rimpiazzo con quella da 500 bolivar avrebbe lasciato molti venezuelani senza liquidità.

Il presidente Nicolas Maduro, parlando alla tv, ha detto che il taglio da 100 avrebbe dovuto cessare di essere utilizzato solo dopo l’introduzione sul mercato della banconota da 500 bolivar, ma che quest’ultima non è stata distribuita perché gli aerei che trasportavano i biglietti sono stati oggetto di “sabotaggi”.

Maduro non ha dato dettagli su questo presunto complotto, ma ha annunciato che per qualche giorno il taglio da 100 bolivar sarà ancora legale, in attesa che vengano messe a punto “le nuove logistiche” per la distribuzione delle nuove banconote.

Il Venezuela ha il tasso di inflazione più alto del mondo. Maduro aveva dato l’annuncio sulla sostituzione dei 100 bolivar dopo che il loro valore era sceso a 2 centesimi di dollaro, dagli originali 10 all’inizio del 2016.

— Leggi anche: Il Venezuela ritira la sua banconota di taglio più alto e la sostituisce con una moneta

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.