Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:48
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

I giocatori di calcio al fronte

Immagine di copertina

In un video prodotto dalla UEFA, i calciatori di oggi raccontano la tregua di Natale del 1914 con le parole dei soldati al fronte

La prima guerra mondiale era iniziata da pochi mesi quando il giorno di Natale del 1914 migliaia di soldati tedeschi, inglesi e francesi, che combattevano nelle Fiandre, in Belgio, deposero le armi e si scambiarono gli auguri.

Fu l’ultimo gesto di umanità prima che gli orrori della Grande Guerra mettessero da parte ogni sentimento di fratellanza. I ragazzi che combattevano la guerra, nemici tra loro, uscirono allo scoperto: si abbracciarono, fumarono, cantarono insieme, si scambiarono doni e organizzarono anche partite di calcio.

Per ricordare quella tregua, l’UEFA ha diffuso un video che ritrae i calciatori Wayne Rooney, Philipp Lahm, Hugo Lloris, Bastian Schweinsteiger e Gareth Bale mentre leggono le lettere scritte da quei ragazzi inglesi, tedeschi e francesi che nel 1914 combattevano al fronte.

Cento anni dopo, altri ragazzi inglesi, tedeschi e francesi, che oggi giocano partite di calcio negli stadi più belli d’Europa, raccontano la storia dei loro coetanei, con il contributo di Sir Bobby Charlton, Didier Deschamps, Paul Breitner e del presidente UEFA Michel Platini.

La prima pagina del Daily Mirror del gennaio 1915: soldati tedeschi e inglesi posano insieme nel giorno di natale.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, primi risultati delle legislative: il partito di Putin in netto calo, boom dei comunisti
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, primi risultati delle legislative: il partito di Putin in netto calo, boom dei comunisti
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”
Esteri / La Corte europea dei diritti dell’uomo: il green pass “non viola i diritti umani”