Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 07:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Guerra Siria-Turchia, violata la tregua: scontri tra curdi e filo-turchi, bomba a Tall Abyad e raid russi su Latakia

Immagine di copertina
Attacchi nel nord-est della Siria Credit: Ansa

Guerra Siria-Turchia, violata la tregua

La nuova tregua di 150 ore stabilita da Russia, Turchia, governo di Damasco e milizie curde non è stata rispettata: in Siria si continua a sparare e non solo nel nord-est.

Mentre continua il ritiro delle Syrian Democratic Forces (Sdf) dalle aree parte della cosiddetta zona di sicurezza voluta dal governo di Ankara, con i curdi che, riferiscono l’Osservatorio siriano per i diritti umani e il viceministro degli Esteri russo Serghiei Vershinin, hanno abbandonato le loro postazioni tra Darbasiyah e Amuda nella provincia di al-Hasaka, a nord-est di Aleppo si sono registrati scontri tra combattenti del Rojava e milizie sunnite filo-turche che hanno partecipato all’operazione Fonte di Pace.

> Il bollettino di TPI sulla guerra in Siria, con le ultime notizie

L’Osservatorio, sul suo sito, riporta di “violenti scontri” tra le parti. Secondo gli attivisti, le violenze sono scoppiate a ovest della città di al-Bab e ci sarebbero stati attacchi dell’artiglieria contro le postazioni delle forze a guida curda.

Anche nella città di confine di Tall Abyad, secondo quanto riferiscono media curdi come l’Afrin Media Center (Amc), un’esplosione ha colpito le fazioni sostenute dalla Turchia, provocando quattro vittime.

Già da ieri i media curdi hanno riferito di una serie di esplosioni in diverse località del nord del Paese arabo, senza però dire quale organizzazione sia dietro agli attacchi, tenendo conto che, dopo l’offensiva turca, sono aumentati anche gli attacchi da parte delle cellule jihadiste dormienti nel Paese, in particolar modo quelle dello Stato Islamico.

Bombardamenti, poi, si sono registrati anche nella regione di Latakia che si affaccia sul Mediterraneo, a ovest. A sferrare l’attacco aereo sono stati i caccia russi che, riportano i media locali, hanno condotto ”intensi raid aerei sul villaggio di al-Kabina”.

Il governatorato di Latakia ha importanza strategica per Mosca ed è la prima area in cui i militari del Cremlino sono intervenuti nel 2015 per garantire il controllo di Damasco, e di Mosca, sulle basi strategiche di Latakia e Tartus. È possibile, quindi, che i soldati di Vladimir Putin abbiano condotto i raid contro postazioni ribelli.

La Russia, scrive l’agenzia di stampa statale russa Ria Novosti citando una fonte nel ministero della Difesa di Mosca, invierà in Siria altri 276 agenti di polizia militare e 33 mezzi bellici tra una settimana.

Leggi anche:

Altro che difendere i curdi, Putin vuole prendersi il Medio Oriente (di Giulio Gambino)

La guerra della Turchia contro i curdi in Siria: tutta la storia in versione breve, media e lunga

Caro Pd, perché sostieni ancora l’ingresso della Turchia in Europa?

L’intervista di TPI alla deputata Pd Lia Quartapelle: “Chiederemo il ritiro del contingente Nato dalla Turchia”

Siria, parla a TPI la Ong italiana colpita dall’esercito turco: “Le bombe di Erdogan ci stanno distruggendo”

Armi alla Turchia: il governo dice nì (di Giulio Gambino)

Chi sono i curdi e perché non sono mai riusciti ad avere uno loro Stato

Tutte le ultime notizie sulla guerra in Siria

Ti potrebbe interessare
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Ti potrebbe interessare
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce
Esteri / Incendio in un grattacielo a Taiwan, almeno 46 morti
Esteri / Libano, violenti scontri a Beirut: almeno 5 morti e 30 feriti
Esteri / Il direttore dell'Oms: "Non esclusa l'ipotesi della fuoriuscita dal laboratorio"