Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 10:28
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Germania, la Cdu di Merkel crolla ad Amburgo. Successo per i Verdi, Afd resta per un soffio nel parlamento regionale

Immagine di copertina
La leader Cdu Annegret Kramp-Karrenbauer con la cancelliera Angela Merkel. Credit: EPA/JENS SCHLUETER

Germania, la Cdu di Merkel crolla ad Amburgo. Successo per i Verdi, Afd resta per un soffio nel parlamento regionale

Il partito cristiano-democratico di Angela Merkel esce sconfitto dalle elezioni amministrative ad Amburgo: la Cdu è scesa di quasi cinque punti e si ferma all’11,2 per cento (uno dei peggiori risultati di sempre), mentre l’estrema destra dell’Afd rimane per un soffio nel parlamento regionale, conquistando il 5,3 per cento (ha perso quasi un punto rispetto a 5 anni fa). La sorpresa del voto però sono i Verdi, che conquistano il 24,2 per cento raddoppiando il voto rispetto a cinque anni fa. La Spd del sindaco uscente di Amburgo, Peter Tschentscher, crolla di 6,6 punti al 39 per cento.

La debacle della Cdu ad Amburgo, insieme al caos seguito all’elezione del nuovo governatore della Turingia, fa accelerare i tempi per il congresso straordinario, che rinnoverà la leadership del partito, ad aprile o agli inizi di maggio.

L’elezione del nuovo governatore della Turingia insieme all’Afd, partito dell’ultradestra, aveva scatenato un’ondata di proteste nonché l’ira di Angela Merkel che l’aveva definita “imperdonabile”.

Dopo lo scandalo, la leader della Cdu Annegret Kramp-Karrenbauer ha annunciato le sue dimissioni e il partito si trova quindi senza un candidato cancelliere in vista del voto nazionale dell’anno prossimo.

Al momento c’è un candidato ufficiale, il presidente della Commissione Esteri al Bundestag Norbert Roettgen, e tre ancora in pectore: il ministro alla Sanità Jens Spahn, l’ex capogruppo Friedrich Merz e il governatore del Nord-Reno Vestfalia Armin Laschet.

Il congresso straordinario, secondo la Bild, potrebbe tenersi il 25 aprile o il 9 maggio.

Leggi anche:

Il terrorismo xenofobo in Germania non è una novità, ma ha cambiato faccia

Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come
Ti potrebbe interessare
Esteri / Regno Unito, la regina Elisabetta II ha trascorso la notte in ospedale: è la prima volta in 8 anni
Esteri / Ecco come Amazon trucca i risultati di ricerca per favorire i propri brand e schiacciare le piccole imprese
Esteri / Il business militare di Amazon con Israele rischia di reprimere i palestinesi: vi sveliamo come
Esteri / “Una persona è vecchia quando si sente tale”: la regina Elisabetta rifiuta il premio “Anziani dell’anno”
Esteri / Facebook cambierà nome: presto l’annuncio ufficiale
Esteri / Le femministe fanno causa a Miss France: “Spettacolo sessista e discriminatorio”
Esteri / Regno Unito, torna a fare paura il Covid: oltre 200 morti al giorno e 43mila casi. Sotto osservazione nuova mutazione
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio