Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:39
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

“I trans sono maschi che non sanno se fare pipì in piedi o seduti”: chi è l’erede di Merkel che sta portando a destra la Cdu

Immagine di copertina

È stata la prima donna a ricoprire il ruolo di ministro per gli Affari interni nel 2000 e di primo ministro della Saar, incarico che ha mantenuto dal 2011 al 2018

Annegret Kramp-Karrenbauer è la nuova leader della Cdu, eletta a dicembre 2018 per succedere ad Angela Merkel alla guida del partito.

A 100 giorni dalla sua elezione, gli analisti tedeschi sono concordi nel “bocciarla”, sostenendo che non ha la stoffa per diventare cancelliera.

Grandi polemiche ha scatenato una sua battuta pronunciata nel corso di una festa di carnevale, contro i transgender. La sostituta di Angela Merkel li ha definiti: “maschi che bevono il latte macchiato e che non sanno ancora se devono stare in piedi o sedersi quando fanno la pipì”.

A tre mesi dalla sua elezione ha dato una chiara e netta svolta a destra al partito, invertendo la linea moderata e liberale di Angela Merkel.

Durante un raduno che si è svolto durante il mercoledì delle ceneri Annegret Kramp-Karrenbauer ha infiammato la platea: “Possiamo considerarci come una delle nazioni più felici e fortunate del mondo, ma siamo ugualmente complessati e discutiamo di battute sui transgender, di polveri sottili o di altre piccolezze”, ha detto, minimizzando sulle gaffe dei giorni precedenti.

Annegret Kramp-Karrenbauer: chi è

La Kramp-Karrenbauer, 55 anni, è una politica di esperienza, ex governatrice della Saar, considerata molto vicina alla cancelliera. Da febbraio 2018 è stata nominata segretaria generale del partito proprio grazie al sostegno di Angela Merkel.

Era data fin da subito come favorita per la carica di leader dei cristiano-democratici, ruolo a cui puntava anche il suo avversario Friedrich Merz.

La nuova leader della Cdu proviene da una famiglia cattolica del Saarland ed è nota per la sua opposizione al matrimonio tra persone dello stesso sesso. La Kramp-Karrenbauer si è invece schierata a favore dei diritti dei lavoratori e dei migranti, scontrandosi spesso con gli esponenti della Csu.

Il partito bavarese alleato della Merkel infatti vuole ridurre i flussi migratori verso la Germania introducendo politiche più restrittive.

Kramp-Karrenbauer si è unita alla Cdu nel 1981, quando era ancora una studentessa di 19 anni e una volta terminato un master in Scienze politiche, ha iniziato la sua carriera politica.

È stata la prima donna a ricoprire il ruolo di ministro per gli Affari interni nel 2000 e di primo ministro della Saar, incarico che ha mantenuto dal 2011 al 2018.

Dopo essere stata nominata dalla cancelliera Merkel, è stata eletta segretaria generale della Cdu con un consenso record di 98,9 per cento di voti a favore.

La nuova leader del partito democratico tedesco vive nella sua città natale con il marito, Helmut Karrenbauer, che ha lasciato il suo lavoro come ingegnere minerario per prendersi cura dei loro tre figli mentre la moglie seguiva la sua carriera politica.

Il nuovo leader della Cdu è stato scelto da 1.001 delegati che hanno espresso il loro parere con scrutinio segreto nel corso del congresso del partito tenutosi ad Amburgo.

La Kramp-Karrenbauer è stata eletta al secondo turno di votazione, non avendo raggiunto subito la maggioranza dei voti.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Nord Stream, dopo la Svezia anche la Danimarca chiude le indagini con un nulla di fatto: “È stato un sabotaggio deliberato ma non ci sono le basi per un’azione penale”. La Russia protesta: “Assurdo”
Esteri / Caso Navalny, l’entourage: “È stato ucciso perché stava per essere liberato in cambio di un ex ufficiale russo detenuto in Germania”
Esteri / Afghanistan, i talebani riprendono le esecuzioni pubbliche negli stadi: “Giustiziati tre uomini in cinque giorni”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Nord Stream, dopo la Svezia anche la Danimarca chiude le indagini con un nulla di fatto: “È stato un sabotaggio deliberato ma non ci sono le basi per un’azione penale”. La Russia protesta: “Assurdo”
Esteri / Caso Navalny, l’entourage: “È stato ucciso perché stava per essere liberato in cambio di un ex ufficiale russo detenuto in Germania”
Esteri / Afghanistan, i talebani riprendono le esecuzioni pubbliche negli stadi: “Giustiziati tre uomini in cinque giorni”
Esteri / Iran: il cantante Mehdi Yarrahi va agli arresti domiciliari
Esteri / Biden: “Il buon sesso è la chiave per il successo di un matrimonio”
Esteri / Usa, soldato si dà fuoco davanti all’ambasciata di Israele: “Non sarò complice di un genocidio”
Esteri / Hezbollah abbatte un drone di Israele e lancia razzi sul Golan, Idf colpiscono obiettivi del gruppo in Libano: 2 morti
Esteri / Burkina Faso, attentato durante la messa nel nord-est: almeno 15 morti e 2 feriti
Esteri / Regno Unito, media: “Il tumore di Carlo III potrebbe essere più grave del previsto. Il re prepara la successione”
Esteri / Figlio del 7 ottobre, l’attivista israeliano Maoz Inon a TPI: “La guerra non fermerà il nostro sogno di pace”