Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 13:31
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Francia, Macron vuole introdurre la scuola dell’obbligo a partire dai tre anni

Immagine di copertina
Attualmente la scuola dell'obbligo in Francia è dai 6 ai 16 anni. Credit: Afp

Con la riforma dell'istruzione promossa dal governo francese, i bambini cominceranno ad andare a scuola a tre anni e non più a sei

In Francia i bambini saranno obbligati ad andare a scuola a tre anni, e non più a sei, secondo quanto prevede la nuova riforma della scuola del presidente Macron.

La legge interesserà un numero limitato di bambini, perché la maggior parte delle famiglie francesi già iscrive i propri figli alla scuola dell’infanzia.

Solo il 2,4 per cento dei bambini francesi di 3 anni restano a casa, secondo quanto riportano i dati del governo.

La riforma è stata introdotta per ridurre la disuguaglianza in tema di istruzione. Le famiglie che vivono nelle zone più povere della Francia e nei territori oltremare sono meno propense a iscrivere i figli agli asili nido.

“Spero che con questa riforma correggeremo questa differenza inaccettabile già dall’inizio del prossimo anno scolastico”, ha affermato Macron. 

Negli altri paesi europei sono previste diverse età per l’inizio della scuola dell’obbligo.

Ecco le principali età indicate dalla legge nei vari paesi europei:

Quattro anni: Irlanda del Nord

Cinque anni: Cipro, Inghilterra, Malta, Scozia, Galles

Sei anni: Austria, Belgio, Croazia, Repubblica Ceca, Danimarca, Germania, Grecia, Ungheria, Islanda, Irlanda, Italia, Liechtenstein, Lussemburgo, Olanda, Norvegia, Portogallo, Romania, Slovacchia, Slovenia, Spagna, Svizzera, Turchia

Sette anni: Bulgaria, Estonia, Finlandia, Lettonia, Lituania, Polonia, Serbia e Svezia.

Fonte: National Foundation for Educational Research

Di recente, si sono tenute alcune proteste in Francia contro la riforma del lavoro promossa dal presidente Macron.

Il capo dell’Eliseo ha inoltre annunciato a febbraio che intende reintrodurre la leva militare in Francia, che sarà “nazionale, obbligatoria e universale” e riguarderà anche le donne.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Vaccino unico per Covid e influenza: il via già in autunno
Esteri / Usa, la sfida dei vescovi cattolici: approvato documento per vietare la comunione a Biden
Esteri / Iran, vince al primo turno l'ultraconservatore Ebrahim Raisi
Ti potrebbe interessare
Esteri / Vaccino unico per Covid e influenza: il via già in autunno
Esteri / Usa, la sfida dei vescovi cattolici: approvato documento per vietare la comunione a Biden
Esteri / Iran, vince al primo turno l'ultraconservatore Ebrahim Raisi
Esteri / Biden attacca giornalista della Cnn: “Ma che diavolo dice? Ha sbagliato lavoro”
Esteri / Hong Kong, dopo il blitz vanno a ruba le 500mila copie dell’Apple Daily: edicole prese d’assalto
Esteri / L’Iran elegge il nuovo presidente: conservatori pronti a tornare al potere
Esteri / Usa, il concerto di Bruce Springsteen è vietato a chi si è vaccinato con AstraZeneca
Esteri / Juneteenth, il giorno per ricordare la fine della schiavitù dei neri, diventa festa federale negli Usa
Esteri / Israele presta ai palestinesi oltre un milione di vaccini Pfizer in scadenza
Esteri / Schiavitù infantile, Corte Suprema Usa blocca causa contro i giganti del cioccolato