Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 11:15
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Film porno proiettati sugli schermi dello store Asics: “Colpa degli hacker”

Immagine di copertina

L'incidente è avvenuto in un negozio di Auckland, in Nuova Zelanda

Film porno proiettati sugli schermi dello store Asics: “Colpa degli hacker”

Alcuni film porno sono stati proiettati per ore sugli schermi pubblicitari di uno store Asics, la nota marca di abbigliamento sportivo.

L’incidente è avvenuto ad Auckland, in Nuova Zelanda, nella notte tra sabato 28 e domenica 29 settembre.

Secondo quanto ricostruito dal New Zealand Herald, i video porno sono stati trasmessi per tutta la notte sugli schermi, solitamente utilizzati per pubblicizzare i prodotti in vendita nel negozio, posti sopra l’insegna del locale.

A risolvere la situazione è stato un commesso che, una volta aperto il negozio intorno alle 10, ha spento e riavviato il sistema che gestisce i video degli schermi pubblicitari.

L’azienda è stata costretta a scusarsi attraverso un comunicato pubblicato su Facebook.

“Persone sconosciute hanno avuto l’acceso agli schermi posti sopra il nostro negozio di Central Auckland e alcuni contenuti discutibili sono stati mostrati su di essi. Vogliamo chiedere scusa a chiunque possa aver visto questi filmati. Stiamo lavorando con i nostri fornitori di software e i gestori della sicurezza online per far sì che questo non accada nuovamente”.

La colpa, dunque, sarebbe di alcuni hacker che sono riusciti a introdursi nel sistema del negozio.

Il video a luci rosse che salva gli oceani dalla plastica

Ti potrebbe interessare
Esteri / Giornalista palestinese incinta uccisa dalle bombe a Gaza: aveva 30 anni
Esteri / Nuovi raid su Gaza e razzi su Israele, sale il bilancio delle vittime. Netanyahu: “Tregua lontana”
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Giornalista palestinese incinta uccisa dalle bombe a Gaza: aveva 30 anni
Esteri / Nuovi raid su Gaza e razzi su Israele, sale il bilancio delle vittime. Netanyahu: “Tregua lontana”
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti