Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

“Festini hot in cambio di un tatuaggio”: la nuova strategia di marketing del magnate del tabacco australiano

Immagine di copertina
Fonte: Instagram Travers Beynon

La provocazione di Travers Benyon: chi accetterà di farsi tatuare gratuitamente il simbolo della sua azienda, avrà in cambio i biglietti per partecipare a uno dei suoi esclusivi party

Travers Beynon, magnate australiano del tabacco noto come “The Candyman”, ha lanciato una nuova sfida ai suoi fan desiderosi di vivere come lui almeno per un giorno.

Chi accetterà di farsi tatuare gratuitamente il simbolo della sua azienda in cambio avrà i biglietti per un volo per partecipare ad uno dei suoi esclusivi eventi.

Oltre che per i suoi party, Travers Beynon è anche noto per avere a sua disposizione un vero e proprio harem di bellissime modelle che soddisfano i suoi desideri sessuali per poter avere in cambio un assaggio della bella vita che il magnate conduce.

Per aumentare la sua popolarità, Beynon ha deciso di puntare su una nuova operazione di marketing facendo leva sul desiderio sfrenato dei fan più accaniti di voler essere come lui, anche solo per poche ore.

Non è la prima volta che il magnate del tabacco promette qualcosa in cambio di un tatuaggio: a dicembre del 2018, durante uno dei suoi celebri party, ha proposto ai suoi invitati di farsi tatuare la lettere “M”.

Inoltre, alla fine dell’anno, Beynon ha annunciato che i primi 40 fan che si fossero tatuati la “M” o il nome della sua azienda “Free Choice” avrebbero avuto la possibilità di accedere a uno dei suoi party.

Beynon ha anche precisato che ci saranno 11 studi di tatuatori in giro per il mondo in cui potersi recare per farsi scrivere sulla pelle il nome dell’azienda.

Per essere ammessi a una festa di “The Candyman” però bisogna anche inviare un proprio selfie e l’indirizzo dei profili social, così da permettere a Beynon di decidere se estendere o meno l’invito a uno dei suoi party.

> La battuta sessista di Gianluca Vacchi alla Littizzetto gela tutti in diretta tv

Ti potrebbe interessare
Esteri / Spagna, bus esce di strada e rimane inclinato in verticale all’imbocco della galleria: almeno 45 feriti
Esteri / I gruppi
di estrema destra
che bloccano gli aiuti
per Gaza
ricevono donazioni
dagli Usa
e da Israele
Esteri / Prima apparizione di Trump dopo l’attentato: l’ex presidente alla convention repubblicana con l’orecchio bendato. Scelto J.D. Vance come vice
Ti potrebbe interessare
Esteri / Spagna, bus esce di strada e rimane inclinato in verticale all’imbocco della galleria: almeno 45 feriti
Esteri / I gruppi
di estrema destra
che bloccano gli aiuti
per Gaza
ricevono donazioni
dagli Usa
e da Israele
Esteri / Prima apparizione di Trump dopo l’attentato: l’ex presidente alla convention repubblicana con l’orecchio bendato. Scelto J.D. Vance come vice
Esteri / Gaza: 38.713 morti dal 7 ottobre. 3 razzi lanciati verso Sderot. J.D. Vance a Israele: "Concluda la guerra al più presto"
Esteri / Trump, archiviato il caso dei documenti riservati sottratti alla Casa Bianca: “Basta caccia alle streghe”
Esteri / Un nuovo video mostra l’attentatore di Trump mentre si arrampica sul tetto: il pubblico lo nota e richiama l’attenzione
Esteri / Russia, parlò del massacro di Bucha: la giornalista Masha Gessen condannata in contumacia a 8 anni
Esteri / Israele: poetessa palestinese Hanan Awwad fermata, aggredita e interrogata per ore sui suoi scritti
Esteri / Trump torna a parlare dopo l’attentato: “Grazie a Dio non sono morto. Ora ho l’occasione per unire gli Usa e il mondo intero”
Esteri / Gaza, l'Unrwa: "Ci vorranno 15 anni per rimuovere le macerie nella Striscia". Media libanesi: "In settimana in Qatar riprendono i negoziati per la tregua"