Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

L’esercito iracheno ha conquistato un ponte strategico a Mosul

L'operazione di riconquista del ponte sul fiume Tigri fa parte dei combattimenti per strappare la parte occidentale della città al sedicente Stato Islamico

Di TPI
Pubblicato il 6 Mar. 2017 alle 10:44 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:57
0
Immagine di copertina

Le forze governative irachene hanno riconquistato il ponte al-Hurriya (la Libertà) sul fiume Tigri. Si tratta del secondo dei cinque ponti che sono al centro dei combattimenti iniziati a ottobre 2016 per riconquistare Mosul, ancora in mano al sedicente Stato Islamico.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come.

La conquista arriva nell’ambito degli attacchi rivolti alla parte occidentale della città, dopo che l’area orientale era passata alle forze irachene nel mese di gennaio 2017. I cinque ponti sono stati danneggiati durante i combattimenti. La possibilità di passaggio su al-Hurriya rappresenterà un’importante appoggio per l’esercito iracheno.

L’interdizione del ponte allo Stato Islamico impedirà ai miliziani di rifornirsi e rafforzare le loro posizioni a est. Domenica 5 marzo un comandante iracheno ha comunicato all’Associated Press che questa è la fase degli attacchi più violenti contro Mosul. 

Gli obiettivi ancora da riconquistare comprendono la Grande moschea di al-Nuri dove Abu Bakr al-Baghdadi annunciò la costituzione del suo califfato nel 2014. I combattimenti hanno portato finora 45mila persone a scappare dalla città irachena creando problemi per l’accoglienza nei campi profughi.

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.