Filippine: 622 morti per la Dengue, la febbre delle zanare. “È un’epidemia”

Non si arrestano i decessi causati dal virus trasmesso dagli insetti

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 7 Ago. 2019 alle 11:29 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 19:05
0
Immagine di copertina

Filippine: 622 morti per la Dengue, la febbre delle zanare. “È un’epidemia”

Nelle Filippine è stato dichiarato uno stato di “epidemia nazionale di Dengue”, la febbre trasmessa dalle zanzare.

Secondo quanto riporta la Bbc, infatti, sono almeno 622 le persone, che fino ad ora hanno perso la vita a causa del virus.

L’emittente britannica, inoltre, afferma che, rispetto all’anno scorso, vi sono il 98 per cento di casi in più, pari a circa 146.000 persone, che hanno contratto il virus.

Già lo scorso luglio il governo di Manila aveva dichiarato l’allerta nazionale.

La Dengue, che si manifesta con sintomi simili a quelli della febbre classica, ovvero mal di testa, nauesea, spossatezza, dolori muscolari, eruzione cutanee e febbre alta, è trasmesso dalle zanzare del genere Aedes.

Non esiste una vaccinazione per il virus e l’unica prevenzione possibile è quella di cercare di evitare il contagio attraverso l’eliminazione delle zanzare e del loro habitat.

Ogni anno, secondo quanto dichiarato dall’Organizzazione mondiale della sanità, milioni di persone vengono contagiate dal virus. Di queste, circa 500mila sviluppano diverse complicazioni, che spesso portano alla morte.

L’aumento del virus è dovuto anche dal fatto che in questo momento nell’area asiatica è in atto la stagione delle piogge. Questo permette alle zanzare di sopravvivere nel loro habitat naturale.

Un’hostess muore per un’infezione causata da una puntura di zanzara

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.