Coronavirus:
positivi 13.303
deceduti 34.945
guariti 194.579

Egitto, la danzatrice del ventre Sama El Masry condannata per “immoralità”

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 29 Giu. 2020 alle 10:16 Aggiornato il 29 Giu. 2020 alle 10:20
48
Immagine di copertina
Sama El Masry

Egitto, la danzatrice del ventre Sama El Masry condannata per “immoralità”

Sama El Masry, danzatrice del ventre molto famosa in Egitto, è stata condannata dal Tribunale de Il Cairo a 3 anni di carcere a una multa da 300mila sterline egiziane (pari a circa 16.500 euro) per aver suscitato “immoralità” attraverso foto e video pubblicati sui social network.

La condanna è arrivata lo scorso sabato 27 giugno. La donna, 42 anni, ha annunciato il ricorso in appello. Sama El Masry era stata arrestata ad aprile nell’ambito di una indagine su video e foto pubblicati sui social, tra cui in particolare Tik Tok, con l’accusa di aver avuto una condotta sessualmente suggestiva.

La danzatrice del ventre ha negato le accuse affermando che le immagini finite in Rete le erano state rubate e che erano state pubblicate senza il suo consenso. Il Tribunale l’ha però ritenuta comunque colpevole di aver violato i principi e i valori della famiglia, nonché di aver utilizzato Internet con l’obiettivo di commettere “immoralità”.

John Talaatl, un membro del parlamento egiziano, ha promosso l’azione legale contro Sama El Masry e contro altre donne iscritte a TikTok: “C’è un’enorme differenza tra libertà e dissolutezza”, ha dichiarato il parlamentare. Secondo Talaat, Sama El Masry e altre influencer egiziane stanno distruggendo i valori e le tradizioni familiari.

Nel dicembre 2018 l’attrice egiziana Rania Youssef è stata citata in giudizio per aver indossato un abito trasparente sul red carpet del Festival del Cinema di Cannes.

Leggi anche: 1. Egitto, l’attrice Rania Youssef sarà processata per aver indossato un abito trasparente / 2. Egitto, arrestata la giornalista Nora Younis: polizia in redazione, sequestrati i pc / 3. Sarah Hijazi, attivista Lgbti egiziana, muore suicida a 30 anni. Arrestata nel 2017 per aver sventolato una bandiera arcobaleno

48
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.