Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 17:38
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Egitto, referendum dal 20 al 22 aprile sulla riforma della Costituzione

Immagine di copertina
Credit: MOHAMED EL-SHAHED / AFP

Dal 20 al 22 aprile si tiene in Egitto un referendum per l’approvazione degli emendamenti alla Costituzione approvati il 16 aprile dal Parlamento. 

A indire la consultazione popolare è stata la Commissione elettorale suprema dell’Egitto, che ha specificato che i cittadini hanno tre giorni di tempo per votare. 

Le modifiche al testo costituzionale includono l’estensione del mandato presidenziale da quattro a sei anni, il diritto di nominare uno o più deputati e una quota del 25 percento dei seggi in parlamento riservato alle donne.

Tra le riforme, che hanno avuto anche il via libera del comitato legislativo, vi è anche l’aggiunta di una camera alta al parlamento egiziano, abolita nel 2014, nuovi poteri presidenziali per nominare giudici e il procuratore generale e l’inserimento tra i doveri che spettano all’esercito della difesa de “la costituzione e la democrazia e la composizione fondamentale del paese e la sua natura civile”.

Attraverso gli emendamenti alla Costituzione, il presidente rafforza i suoi poteri e potrebbe restare in carica fino al 2030.

Al-Sisi infatti è stato rieletto nel marzo 2018 per un secondo mandato con oltre il 97 percento dei consensi e con le riforme appena approvate resterà in carica fino al 2024 e in caso di terza rielezione governerebbe il paese fino al 2030.

Nelle ultime elezioni il presidente è riuscito a vincere anche grazie all’arresto di diversi candidati  durante lo stato di emergenza da lui stesso imposto al paese.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / “La pandemia poteva essere evitata”: l’inchiesta indipendente che riscrive la storia del Covid
Esteri / Colorado, strage alla festa di compleanno: “Ha ucciso perché non era stato invitato al party”
Esteri / Moni Ovada: “Sono ebreo ma Israele fa una politica infame e strumentalizza la Shoa”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / “La pandemia poteva essere evitata”: l’inchiesta indipendente che riscrive la storia del Covid
Esteri / Colorado, strage alla festa di compleanno: “Ha ucciso perché non era stato invitato al party”
Esteri / Moni Ovada: “Sono ebreo ma Israele fa una politica infame e strumentalizza la Shoa”
Esteri / India, attore 35enne muore di Covid e lascia un video di denuncia: “Sarei sopravvissuto con cure giuste”
Esteri / Ora è guerra Hamas-Israele: “Lanciati oltre 200 razzi”. Netanyahu: “Continueremo a colpire”
Esteri / Unicef: "Sono i bambini di Gaza a pagare il prezzo più alto: 9 morti e 43 feriti"
Esteri / La campagna del governo cinese per impedire alle donne musulmane dello Xinjiang di avere figli
Esteri / Per la prima volta una donna alla guida del Washington Post: la nuova direttrice è Sally Bazbee
Esteri / Cipro, peschereccio italiano speronato da barche turche
Esteri / L’Lsd sarà legale negli Usa: “Può curare malattie mentali gravi”