Donna uccide la figlia di 3 settimane per gelosia: “Mio marito dava più attenzioni a lei che a me”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 22 Mar. 2019 alle 21:03 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 00:26
0
Immagine di copertina

La storia drammatica viene da Rivne, in Ucraina occidentale, dove una donna ha ucciso la figlia di appena tre settimane perché gelosa delle attenzioni che le dava il marito.

La giovane donna di 21 anni ha ammazzato la figlia tagliandole la gola proprio perché colta da un raptus di folle gelosia. Per uccidere la neonata la madre ha approfittato del momento in cui si è ritrovata sola.

Secondo quanto riporta il tabloid britannico Daily Mail, la donna ha aspettato che il marito scendesse per buttare la spazzatura e da lì ha preso un coltello per sgozzare la bambina che si trovava in cameretta.

Rientrato a casa l’uomo di 26 anni ha trovato la figlia in una pozza di sangue e ha chiamato immediatamente i soccorsi. La donna è stata arrestata e ha ammesso subito l’omicidio.

La suocera della donna ha raccontato di come la nuora fosse gelosa della piccola e di quanto temesse che il marito potesse arrivare ad amare la bimba più di quanto non amasse lei.

La donna, secondo quanto riportato, pare fosse affetta da disturbi psichici, e nel novembre scorso aveva sofferto di meningoencefalite, un’infiammazione del cervello.

Adesso sarà condotta una perizia per accertare la correlazione tra la malattia e il dramma, se non dovesse esserci alcuna correlazione la donna verrà accusata di omicidio premeditato di minore.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.