Covid ultime 24h
casi +10.874
deceduti +89
tamponi +144.737
terapie intensive +73

Donna partorisce nel bagno dell’ufficio e lascia il neonato nell’acqua del water

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 2 Apr. 2019 alle 17:49 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 00:26
0
Immagine di copertina

Emmanuella Osei, una ragazza di 23 anni originaria del Ghana trasferitasi in Pennsylvania, negli Stati Uniti, ha partorito il suo bambino nel water del bagno dell’ufficio dove la donna lavorava.

A salvare il piccolo è stato l’intervento tempestivo di un agente. La donna aveva negato per mesi la gravidanza a i suoi cari e ai suoi colleghi. In Ghana la donna aveva lasciato una figlia di due anni e da maggio 2018 si era trasferita negli Stati Uniti per lavorare come assistente sociale.

Il 16 gennaio scorso Emmanuella Osei è andata nell’ufficio del suo datore di lavoro per comunicargli di sentirsi poco bene e per chiedere quindi il permesso di andare a casa. Subito dopo, però, la ragazza si è diretta nel bagno, dove ha partorito il neonato che ha gettato nel water.

La donna subito dopo ha chiamato un collega al cellulare disperata chiedendogli di chiamare i soccorsi. Quando sono arrivati i soccorsi hanno trovato la donna con un pezzo di cordone ombelicale sul pavimento, sangue ovunque e, nel wc, il neonato.

Il piccolo è stato subito portato in ospedale. Ora il bambino sta bene ed è stato affidato a una casa famiglia. La madre, invece, è stata arrestata.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.