Covid ultime 24h
casi +23.225
deceduti +993
tamponi +226.729
terapie intensive -19

Coronavirus, ultime notizie dal mondo. In Usa le vaccinazioni potrebbero iniziare l’11 dicembre

Di Luca Serafini
Pubblicato il 22 Nov. 2020 alle 07:10 Aggiornato il 22 Nov. 2020 alle 15:45
0
Immagine di copertina

Coronavirus, ultime notizie dal mondo: tutte le news in tempo reale

CORONAVIRUS, ULTIME NOTIZIE DAL MONDO – Sono oltre 57 milioni i casi di Coronavirus (Covid 19) accertati finora nel mondo, a fronte di più di 1,3 milioni di morti. Qui le ultime notizie sul Covid in Italia. Di seguito le notizie dal mondo sul Coronavirus di oggi, domenica 22 novembre 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 15.45 – In Usa le vaccinazioni potrebbero iniziare l’11 dicembre – Negli Stati Uniti le prime vaccinazioni contro il Covid-19 potrebbero essere effettuate già il prossimo 11 dicembre. Lo ha dichiarato alla Cnn Moncef Slaoui, il direttore di Operation Warp Speed, il programma della Casa Bianca per il finanziamento e l’approvvigionamento dei vaccini anti coronavirus. Pfizer, che ha sviluppato insieme alla tedesca BioNTech un vaccino risultato efficace al 95%, ha depositato ieri la richiesta d’autorizzazione d’emergenza alla Food and Drug Administration statunitense (Fda). La commissione degli esperti di vaccini della Fda si riunirà il 10 dicembre. Ciò significa, ha spiegato Slaoui, che il vaccino, se approvato, potrebbe essere distribuito già a partire dal giorno successivo. “Il nostro piano è essere in grado di spedire le dosi ai centri vaccinali entro 24 ore dall’approvazione, quindi credo un giorno o due dall’approvazione, cioè l’11 o il 12 dicembre”, ha dichiarato lo scienziato. L’altra compagnia che ha concluso con successo la ‘Fase 3’ dei test sul vaccino, Moderna, dovrebbe invece chiedere l’autorizzazione d’emergenza alla Fda nei prossimi giorni.

Ore 12.32 – Aifa: “Il vaccino in arrivo è sicuro” – Il vaccino in arrivo è sicuro, perché “tutte le fasi di validazione e valutazione sono rispettate, nessuna tappa è stata saltata”. L’ultima e più importante, la fase 3, “ha comportato studi randomizzati su decine di migliaia di persone” per valutare gli effetti protettivi e la capacità di prevenire l’infezione. Così Nicola Magrini, direttore generale dell’Agenzia italiana del farmaco (Aifa), sul Quotidiano Nazionale, facendo presente che si inizierà con gradualità: “Uno, due, poi tre milioni al mese di diversi vaccini, che andranno tenuti rigorosamente separati, l’importante sarà fare sempre il richiamo con lo stesso tipo”.

“In questi mesi sono stati testati 30-40 mila, anche 60 mila volontari – rileva – la sicurezza rispetto a eventi avversi rari è stata ampiamente verificata. Sono vaccini studiati secondo standard finalizzati alla registrazione, è fuori luogo pensare che siano state fatte le cose in fretta e male. Pfizer e Moderna hanno già annunciato i loro risultati, Astrazeneca lo farà ai primi di dicembre, e non è una gara a chi arriva primo, sono soluzioni concomitanti”.

Ore 12.00 – In Bulgaria 2.279 casi e 42 morti in 24 ore – In Bulgaria nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 42 decessi a causa del Coronavirus per un totale di 2.820 morti. Da ieri nel Paese balcanico, che conta circa 7 milioni di abitanti, si sono registrati 2.279 contagi da Covid-19 su 5.729 test diagnostici effettuati. Il totale dei contagi da inizio epidemia è a oggi di 120.697. Il bilancio dei casi di infezione fra il personale medico sanitario è salito a 4.737. Attualmente vi sono 82.125 casi attivi di coronavirus in Bulgaria, mentre negli ospedali sono ricoverati 6.193 pazienti, 408 dei quali in terapia intensiva.

Ore 11.33 – Studio Usa: più di metà dei nuovi casi sono trasmessi da asintomatici – “La maggior parte delle infezioni da Sars-Cov-2 è diffusa da persone senza sintomi”, affermano i Centri di controllo e prevenzione delle malattie degli Stati Uniti in una nuova guida sull’importanza delle mascherine

Ore 10.13 – Giappone, 2.000 casi giornalieri per quinto giorno – Il Giappone registra oltre 2.000 casi giornalieri di Coronavirus per il quinto giorno consecutivo, mentre il governo si appresta ad adeguare alle nuove esigenze la campagna di incentivi per promuovere il turismo interno introdotta a settembre quando l’espansione del Covid sembrava sotto controllo. “Decideremo nei prossimi giorni le nuove misure da adottare in collaborazione con le prefetture locali”, ha detto in una intervista alla televisione pubblica Nhk il ministro in carica per l’emergenza sanitaria, Yasutoshi Nishimura, un giorno dopo la decisione dell’esecutivo di interrompere il piano. Nella capitale Tokyo, la prefettura più colpita dell’arcipelago, 391 casi sono stati segnalati nella giornata di domenica, dopo il record di 539 evidenziato ieri, portando il totale a 37.708. A livello nazionale le positività superano di poco le 133.100 unita’ con 1.987 decessi complessivi.

Ore 08.30 – Negli Stati Uniti la Fda autorizza l’uso del cocktail di anticorpi di Regeneron – La Food and Drug Administration ha concesso il via libera d’emergenza per il trattamento che lo scorso ottobre è stato somministrato al presidente Donald Trump. Secondo l’azienda farmaceutica che lo produce, questa terapia riduce in modo significativo i livelli di carica virale e dimezza i casi in cui sono necessarie ulteriori cure mediche

Ore 07.00 – Uscita da lockdown dell’Inghilterra confermata il 2 dicembre –  Il governo britannico ha confermato che le misure restrittive stabilite in Inghilterra per 4 settimane non saranno prorogate oltre la scadenza del 2 dicembre: per contrastare la diffusione del virus, si tornerà a decidere restrizioni solo localmente. In un comunicato diffuso in serata da Downing Street, si annuncia che lunedì prossimo il primo ministro Boris Johnson “confermerà che il lockdown nazionale si concluderà il 2 dicembre e che l’Inghilterra tornerà a un regime di restrizioni locali a tre livelli”. Il governo discuterà dei dettagli del nuovo piano in una riunione che si terrà oggi.

Ore 06.30 – In Usa oltre 12 milioni di contagi – I contagi registrati negli Stati Uniti dall’inizio dell’epidemia di Covid-19 hanno superato i 12 milioni. E’ quanto rileva la Johns Hopkins University nel suo aggiornamento dei dati confermati. I casi Usa, che con i suoi 330 milioni di abitanti è il Paese più colpito al mondo, sono ormai 12.019.960, mentre il numero dei decessi ha raggiunto 255.414.

Ore 06.00 – Macron a G20: “Solidarietà con Paesi poveri per vaccino” – Il presidente francese, Emmanuel Macron, ha esortato gli altri leader del G20 a mostrare solidarietà ai Paesi poveri nella condivisione dei potenziali vaccini contro il Covid. La crisi sanitaria è “un test per il G20” e “non ci sarà risposta efficace alla pandemia che non sia una risposta globale”, ha sottolineato il presidente francese durante la videoconferenza. Le venti nazioni che rappresentano circa il 90% del Pil mondiale, ha affermato Macron, dovrebbero acquistare “dosi di vaccini per conto dei Paesi meno sviluppati”. “Dobbiamo progettare insieme un meccanismo di donazione per la vaccinazione delle fasce di popolazione prioritarie nei paesi in via di sviluppo”, ha proseguito il presidente francese, “saremo pronti a garantire l’accesso su scala planetaria, e ad evitare a tutti i costi lo scenario di un mondo a due velocità, dove solo i più ricchi potrebbero proteggersi dal virus e riprendere una vita normale?”.

CORONAVIRUS, ULTIME NOTIZIE DAL MONDO: COSA È SUCCESSO IERI

Stop all’accordo sui viaggi tra Hong Kong e Singapore – L’accordo per i “viaggi sicuri” (travel bubble) siglato tra Hong  Kong e Singapore che doveva entrare in vigore domani è stato posticipato dopo un improvviso aumento di casi di Coronavirus nell’ex colonia britannica. “Alla luce della recente ondata di casi locali, abbiamo deciso, insieme al governo di Singapore, di posticipare di due settimane il lancio della bolla dei viaggi aerei”, ha dichiarato il ministro del Commercio di Hong Kong, Edward Yau. Oggi sono stati registrati 36 nuovi casi di Covid-19, di cui 13 da fonti di trasmissione sconosciuta, per questo le autorità temono una nuova ondata di contagi fuori controllo. “Il Covid-19 è ancora tra noi, e anche se stiamo lottando per ritornare alla normalità  il percorso sarà pieno di alti e bassi”, ha scritto il ministro dei trasporti di Singapore, Ong Ye Kung, sulla sua pagina Facebook.

Giappone, record contagi anche a livello nazionale – Dopo il record di Tokyo, i casi di Coronavirus giornalieri aggiornano nuovi massimi anche a livello nazionale in Giappone per il quarto giorno consecutivo, superando quota 2.560. Lo anticipa il canale pubblico Nhk, segnalando l’ascesa dei contagi a Osaka, la terza città per numero di abitanti del Paese, con 415 nuove infezioni. L’espansione dei contagi riguarda anche le regioni a nord, come l’Hokkaido, che hanno visto un afflusso di viaggiatori oltre le previsioni, in scia alla campagna di incentivi ‘Go To Travel’, introdotta dal governo a fine luglio per incentivare il turismo domestico, che prevedeva la copertura fino alla metà delle spese di viaggio. Promozione che da quest’oggi è stata interrotta su decisione del premier Yoshihide Suga, ribadendo “quanto sia importante osservare la massima cautela in un momento come quello attuale, trovando un compromesso tra il contenimento dei casi di Covid e il sostegno alle economie locali”.

Bulgaria, 3.983 casi e 129 morti nelle ultime 24 ore – In Bulgaria nelle ultime 24 ore sono stati segnalati 129 decessi a causa del coronavirus per un totale di 2.778 morti. Da ieri nel Paese balcanico, che conta circa 7 milioni di abitanti, si sono registrati 3.983 contagi di Covid-19, pari a oltre il 40% dei 9.786 test diagnostici effettuati. Il maggior numero di persone contagiate si registra sempre nella capitale Sofia (circa due milioni di abitanti): 1.031. Il totale dei contagi da inizio epidemia è a oggi di 118.418. Il bilancio dei casi di infezione fra il personale medico sanitario è salito a 4.641. Attualmente vi sono 81.252 casi di coronavirus in Bulgaria, mentre negli ospedali sono ricoverati 5.942 pazienti, 383 dei quali in terapia intensiva.

Trump, il figlio maggiore Donald John Jr positivo al Covid – Donald John Trump Jr, il figlio maggiore del presidente statunitense uscente Donald Trump, è risultato positivo al Covid. A riportarlo in serata è stata l’agenzia Bloomberg, citando alcune fonti. Donald Trump Jr è risultato positivo al Covid-19 all’inizio della settimana e finora non presenta sintomi. Lo ha affermato il portavoce del figlio maggiore di Donald Trump, sottolineando che Trump Jr è in isolamento. Nei mesi scorsi la fidanzata Kimberly Guilfoyle era risultata positiva.

In Messico oltre 100 mila morti e un milione di contagi – Il Messico ha riportato oggi 719 nuovi decessi per la pandemia di Covid, portando il bilancio complessivo a 100.823. Nelle ultime 24 ore ci sono stati 6.426 nuovi contagi, per un totale di 1.025.969 casi.     Con queste cifre, il Messico si conferma l’undicesimo Paese al mondo con più infezioni e il quarto con più morti assolute, secondo la Johns Hopkins University.

In Perù 924 nuovi casi e 38 morti – Il Perù ha raggiunto 946.087 casi totali e 35.484 morti per Covid-19, dopo aver rilevato 924 nuove infezioni e 38 morti nelle ultime 24 ore. L’ultimo rapporto del Ministero della Salute ha rilevato anche altre 203 guarigioni, portando a 873.970 il numero totale di persone guarite.

In Argentina altri 9.608 contagi – L’Argentina ha registrato 9.608 nuovi casi di Coronavirus, portando il numero totale di infezioni a 1.359.042, mentre i decessi sono saliti a 36.790, con un aumento di 261 in un solo giorno. Secondo il rapporto quotidiano del ministero della Salute argentino, la provincia di Buenos Aires rimane il distretto con il maggior numero di casi, seguita dalla capitale e dalla provincia di Santa Fe.     Il tasso di occupazione dei letti per terapia intensiva è del 57,6% a livello nazionale, ma del 60,7% se si considera solo Buenos Aires e la sua popolosa periferia.

Leggi anche: 1. Crisanti a TPI: “A mettere in dubbio il vaccino è il Ceo di Pfizer che vende le sue azioni, non io”; // 2. Esclusivo TPI. La notte dei tamponi che imbarazza la sanità campana: in quella RSA test ogni due minuti senza cambiare guanti fatti dal medico indagato; // 3. Esclusivo TPI. Tutti chiusi in casa, ma non l’ordine dei medici di Roma. La denuncia: “Ci sono le elezioni e il presidente vuole far votare 43mila colleghi in presenza”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.