Coronavirus:
positivi 13.157
deceduti 34.967
guariti 195.106

Coronavirus, ultime notizie. Cina: 28 nuovi contagi, 21 a Pechino

Aggiornamenti in tempo reale dal mondo sull'epidemia da Covid-19

Di Anna Ditta
Pubblicato il 18 Giu. 2020 alle 06:16 Aggiornato il 18 Giu. 2020 alle 20:19
6
Immagine di copertina
Una via commerciale in Cina Credits: ANSA

Coronavirus, ultime notizie dal mondo: tutte le news in tempo reale

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE – I casi di Coronavirus confermati nel mondo salgono a oltre 8,4 milioni, mentre i decessi sono arrivati a oltre 450mila, secondo i dati riportati dalla John Hopkins University. Qui le ultime notizie sul Covid-19 in Italia. Di seguito le ultime notizie dal mondo sul Coronavirus di oggi, giovedì 18 giugno 2020, aggiornate in tempo reale.

Ore 20,15 – Superati 450mila decessi, 8,4 milioni di casi – Il Coronavirus ha finora mietuto oltre 450mila vittime nel mondo e ha contagiato più di 8,4 milioni di persone: è quanto emerge dall’ultima stima della Johns Hopkins University.

Ore 17,00 – Regno Unito: altri 135 morti – Il Regno Unito registra altri 135 decessi di persone contagiate dal Coronavirus per un totale di 42.288 vittime, la cifra più altra in Europa e la terza nel mondo. I dati non coincidono con quelli diffusi dall’Ufficio nazionale di statistica, secondo cui le vittime sono più di 53mila.

Ore 16,20 – Turchia, aumentano i contagi: nuovo lockdown nel weekend – L’aumento di casi di Coronavirus registrato in Turchia negli ultimi 5 giorni ha spinto il governo, su parere del comitato tecnico-scientifico, ad imporre nuovi lockdown, seppur in determinate fasce orare, nel fine settimane. Sabato 20 giugno sarà vietato uscire dalla 9 alle 15 in tutte le 81 province del Paese. Al momento sono circa 180mila i casi di contagio registrati in Turchia, mentre le vittime sono quasi 4900.

Ore 14,50 – Pechino: picco nuovi contagi già raggiunto – I nuovi casi identificati di Covid-10 a Pechino non significano che l’epidemia avanzi e il picco dell’attuale fase di contagio del focolaio esploso al mercato dell’ingrosso di Xinfadi è stato già raggiunto il 13 giugno scorso. È l’analisi dell’epidemiologo Wu Zunyou. “L’analisi dell’inizio dei sintomi, che è giorni prima della conferma del caso, e dell’infezione, che è addirittura precedente, dimostra che i 21 nuovi pazienti di oggi probabilmente hanno contratto il virus prima del 12 giugno. Se stendiamo un grafico, il picco dei nuovi contagi è stato il 13 giugno” ha affermato l’esperto.

Ore 13,00 – Germania, 7mila persone in quarantena a causa del focolaio nel mattatoio – Nuovo focolaio di Coronavirus in Germania, precisamente nella città di Gütersloh, nel Nord Reno-Vestfalia: la nuova ondata di contagi, al momento ben 657, si è generata all’interno di un mattatoio. La struttura è gestita da Tönnies, una grande azienda tedesca del settore della carne. In poche ore si è sollevato un vero e proprio caso nel Paese, con i funzionari regionali costretti a convocare una conferenza stampa per spiegare l’accaduto e cercare di tranquillizzare i cittadini (Leggi la notizia).

Ore 10,30 – Bce: “Pronti a ogni azione e a uso tutti strumenti per ripresa” – Il Consiglio direttivo della Bce “ribadisce il massimo impegno a intraprendere ogni azione necessaria nell’ambito del proprio mandato per sostenere tutti i cittadini dell’area dell’euro nell’attuale fase di estrema difficoltà”. è quanto si legge nell’ultimo bollettino economico della Bce. Ciò – si spiega – attiene innanzitutto al ruolo svolto dal Consiglio direttivo “nell’assicurare che la politica monetaria sia trasmessa a tutti i settori dell’economia e a tutti i paesi, nel perseguimento del mandato della Bce di preservare la stabilità dei prezzi”. Il Consiglio direttivo resta quindi “pronto ad adeguare tutti i propri strumenti, nella maniera che riterrà opportuna, per assicurare che l’inflazione continui ad avvicinarsi stabilmente al livello perseguito, in linea con il suo impegno alla simmetria”. Insieme al considerevole stimolo di politica monetaria già in atto, spiegano gli esperti, “le decisioni del Consiglio direttivo sosterranno le condizioni di liquidità e finanziamento nell’economia, contribuiranno al flusso del credito a favore di famiglie e imprese e al mantenimento di condizioni finanziarie favorevoli per tutti i settori e in tutti paesi, al fine di sorreggere il recupero dell’economia dalle ripercussioni del Coronavirus”.

Ore 09,30 – Qantas cancella voli internazionali fino a ottobre – La Qantas Airways ha cancellato la maggioranza dei voli internazionali fino a fine ottobre, e manterrà i collegamenti solo con la Nuova Zelanda, dopo che il governo australiano ha fatto sapere che probabilmente non riaprirà i confini fino al 2021 a causa dell’emergenza Coronavirus. “Con i confini dell’Australia che resteranno chiusi per qualche tempo, abbiamo cancellato la maggior parte dei nostri voli internazionali fino a fine ottobre”, ha annunciato un portavoce della Qantas, precisando che ci sono “alcuni voli programmati tra Australia e Nuova Zelanda nei prossimi mesi, dove è atteso un traffico intenso”. “Dovessero riprendere i viaggi tra l’Australia e altri Paesi e ripartire la domanda, possiamo aggiungere altri voli”.

Ore 08.15 – Cina: 28 nuovi contagi, 21 a Pechino – La Cina registra 28 nuovi casi di contagio da Covid-19, 21 dei quali a Pechino, dove si sviluppato un nuovo focolaio di infezione nel principale mercato all’ingrosso della città. Altri tre casi di contagio sono stati registrati nei pressi di Pechino (due nella provincia limitrofa dello Hebei, e uno a Tianjin), mentre quattro casi di contagio sono provenienti dall’estero. Con gli ultimi 21 contagi, in discesa rispetto i 31 registrati ieri, sono 158 i contagi nella capitale cinese da giovedì scorso, quando si verificò il primo caso accertato di contagio dopo quasi due mesi a contagi zero. In totale, dall’inizio dell’epidemia, sono 82.293 i casi di contagio confermati in Cina, mentre il numero di decessi rimane fermo a quota 4.634.

Ore 07.00 – Germania, focolaio in un mattatoio: 657 contagiati – Torna l’incubo Coronavirus in Germania. Nello stato del Nord Reno-Westfalia si sono registrati 657 contagi collegati a un focolaio esploso in un mattatoio. L’azienda Toennies ha resto noto che nel suo impianto di macellazione e della carne, che comprende in totale 983 lavoratori, solo 326 sono risultati negativi al test per il Covid-19. Tutti gli altri sono invece positivi al tampone. Non è il primo caso di focolai che scoppiano nei mattatoi tedeschi. Diversi contagi si sono infatti registrati in questi impianti già nelle scorse settimane, tanto da mettere in dubbio le misure di sicurezza adottate dalle aziende. Il governo guidato da Angela Merkel ha già varato misure più stringenti per le imprese, ma i focolai al momento non sembrano arrestarsi. Quest’ultimo desta particolare preoccupazione. Si sta procedendo ora a tracciare tutti i contatti dei 657 infetti per scongiurare il rischio di una diffusione a macchia d’olio del contagio.

Ore 06.30 – Coronavirus: in Brasile quasi 1 milione di casi e 46 mila morti – In Brasile sono quasi un milione i casi di coronavirus (955.377) mentre i morti sono arrivati a 46.510. Secondo i dati diffusi dal ministero della Sanità di Brasilia, ieri sono stati registrati altri 32.188 nuovi contagi e 1.269 morti. Il Brasile è il paese più colpito dal Covid dopo gli Usa.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: COSA È SUCCESSO IERI 

Oms: “Stop a studio clinico su idrossiclorochina” – L’Organizzazione mondiale della Sanità ha annunciato l’esclusione dell’idrossiclorochina dal suo studio clinico multi-Paese “Solidarity” in corso per verificare la validità dei farmaci contro il Covid-19. La decisione è stata presa perché risultati da altri studi clinici non hanno mostrato benefici per i pazienti nell’assunzione dl farmaco anti-malarico.

Fauci: “Non necessario un secondo lockdown” – L’epidemiologo Anthony Fauci, consigliere del presidente Usa Donald Trump durante l’emergenza Coronavirus, ritiene che non sarà necessario un secondo lockdown, alla luce della ripresa dei contagi. “Stiamo vedendo un aumento di casi in alcuni stati del Sud e del Sud-Ovest. Non mi piace parlare di seconda ondata, perché non siamo ancora usciti dalla prima” ha affermato l’esperto sottolineando che “Le città non saranno costrette a tornare al lockdown, ma andranno usate precauzioni, a cominciare dal rispetto del distanziamento sociale e l’uso delle mascherine”.

Germania: app contact tracing scaricata 6,5 milioni di volte in 24 ore – L’app di contact tracing lanciata dal governo tedesco è stata scaricata 6,5 milioni di volte nelle prime 24 ore dal suo lancio. Lo ha detto alla Reuters Christian Klein, amministratore delegato di Sap, la società che ha sviluppato l’applicazione.

Danimarca, 11mila visoni da abbattere: sono positivi al Covid – Dopo l’Olanda, anche in Danimarca un allevamento di visoni è stato colpito dal Coronavirus. Circa 11 mila animali dovranno essere abbattuti dopo essere risultati positivi al Covid-19. Secondo quanto riferito dalla Reuters, una persona legata alla fattoria danese in precedenza era risultata positiva. Il Paese scandinavo è il primo al mondo nella produzione di pellicce di visone. I primi allevamenti di visoni colpiti dall’epidemia sono stati in Olanda dove già ad aprile sono stati riscontrati casi tra gli animali e a maggio ci sono stati due casi di trasmissione di Coronavirus da animale a uomo, i primi al mondo. Il governo olandese ha ordinato l’abbattimento di decine di migliaia di esemplari e risarcimenti per gli allevatori.

Coronavirus ultime notizie | Svezia: superati i 5mila morti – In Svezia i morti per Coronavirus hanno superato quota 5mila, mentre complessivamente 54.562 persone sono risultate positive dall’inizio dell’epidemia. La Svezia, a differenza della maggioranza degli altri Paesi, ha adottato un approccio “soft”, rifiutandosi di chiudere tutto, ma puntando sul distanziamento sociale e il senso di responsabilità dei cittadini. Una scelta molto criticata sia in patria che all’estero.

Pechino, chiuse scuole e voli cancellati. Il salmone norvegese finisce sotto accusa – In Cina torna l’incubo Coronavirus dopo che a Pechino è scoppiato un nuovo focolaio che finora ha provocato oltre 100 contagiati. Per arginare il virus, partito dal mercato di Xinfadi, le autorità hanno isolato 22 aree residenziali della città, tutte nelle vicinanze del mercato, chiuse tutte le scuole, dalle elementari alle superiori, e cancellato la maggior parte dei voli in entrata e uscita dalla Capitale. E a finire sul banco degli imputanti questa volta è il salmone. Il motivo? Tracce di virus sono state trovate su un banco del mercato di Xinfadi, dove è partito il nuovo contagio, in cui si tagliava del salmone norvegese affumicato (Qui tutti i dettagli). “Non abbiamo prove che il salmone sia l’ospite del virus”, ha ammesso un funzionario della capitale cinese, Shi Guoqing. “Nel mercato abbiamo trovato alcuni posti che sono contaminati. Comunque, prima che entrasse nel mercato, non abbiamo trovato il virus attivo sui salmoni”.

Cina, vaccino inattivato supera 2 fasi test – La Cina ha presentato i risultati degli studi clinici di fase 1 e fase 2 di un candidato vaccino inattivato per il Coronavirus, che mostra risultati promettenti sia in termini di sicurezza che di efficacia. Lo comunica il China National Pharmaceutical Group (Sinopharm). Il vaccino, sviluppato dal Wuhan Institute of Biological Products che fa parte del China National Biotec Group (CNBG), affiliato a Sinopharm, ha coinvolto 1.120 volontari di età compresa tra i 18 e i 59 anni nei suoi studi clinici, iniziati il 12 aprile. I risultati hanno rivelato un buon livello di sicurezza, senza che negli studi clinici siano stati riscontrati casi di gravi effetti collaterali.

Nuova Zelanda, due nuovi casi dopo tre settimane di contagi zero. La premier: “Fallimento inaccettabile” – Nelle scorse settimane la Nuova Zelanda è stata più volte elogiata come uno dei Paesi che hanno risposto meglio all’emergenza Coronavirus, riuscendo a limitare i casi di nuovi contagi in un tempo relativamente breve e arrivando dunque a eliminare non solo il lockdown, ma anche tutte le altre restrizioni ad eccezione di quelle per chi arriva dall’estero. Ieri, dopo tre settimane di contagi zero, nel Paese sono stati rilevati due nuovi casi: si tratta di due donne britanniche a cui era stato concesso di interrompere la quarantena in anticipo (dopo sei giorni) per partecipare a un funerale. La prima ministra Jacinda Ardern ha definito “un fallimento inaccettabile del sistema” i due nuovi contagi rilevati. Il governo neozelandese ha deciso dunque di smettere di concedere deroghe sulla quarantena, anche per motivi “compassionevoli”.

Coronavirus ultime notizie | Usa, il Covid ha fatto più morti della prima guerra mondiale – Con i 740 nuovi decessi per Coronavirus nelle ultime 24 ore negli Stati Uniti il totale dei morti a causa della pandemia supera quello della prima guerra mondiale, secondo un conteggio della Johns Hopkins University. Il nuovo dato, delle 20.30 (ora locale, le 2.30 in Italia) martedì, ha portato il totale dei deceduti per Covid nel Paese a 116.854. Nella Grande guerra morirono 116.516 americani.     Il bilancio delle vittime della pandemia aveva già superato quello dei soldati uccisi nella guerra del Vietnam alla fine di aprile.

Honduras, positivi il presidente e la moglie – Il presidente dell’Honduras, Juan Orlando Hernandez, ha annunciato di aver contratto il Covid-19, come sua moglie, Ana Garcia, ma che si sente abbastanza forte da superare la malattia. Il capo di Stato ha dichiarato, sui media locali, che continuerà a esercitare le sue funzioni in smart working. Hernandez e Garcia sono la prima coppia presidenziale a essere stata contagiata nelle Americhe. “Come presidente della nazione, voglio comunicare che questo fine settimana ho iniziato a provare un po’ di affaticamento e oggi mi è stato diagnosticato il Covid-19”, ha affermato Hernandez. “Credo che sia parte del rischio che si corre in queste responsabilità, per il mio lavoro non sono stato in grado di rimanere al cento per cento a casa, ora continuerò a svolgere tutta la mia attività in telelavoro, in isolamento”, ha aggiunto. Il presidente ha sottolineato che ha “sintomi lievi”, ma che ha già iniziato con il trattamento Maiz, formula a quattro farmaci che l’Honduras promuove per fermare la malattia nei primi giorni, e che si sente “meglio”.

Leggi anche: 1. Sposati da 71 anni, muoiono a 5 giorni di distanza uccisi dal Coronavirus /2. Russia: doccia disinfettante obbligatoria per chi incontra il presidente Putin /3. Cina: torna l’incubo Coronavirus. Focolaio a Pechino, chiuse scuole e cancellati la maggior parte dei voli. E il salmone norvegese finisce sotto accusa

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

6
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.