Covid ultime 24h
casi +22.930
deceduti +630
tamponi +148.945
terapie intensive +9

Coronavirus nel mondo, le ultime notizie. Cina: “Vaccino pronto per distribuzione già da novembre” 

Di Antonio Scali
Pubblicato il 15 Set. 2020 alle 07:19 Aggiornato il 15 Set. 2020 alle 19:40
0
Immagine di copertina

Coronavirus, ultime notizie dal mondo: tutte le news in tempo reale

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE – Il Coronavirus nel mondo ha contagiato finora più di 29 milioni di persone, provocando oltre 930mila morti. Qui le ultime notizie sul Covid-19 in Italia. Di seguito le ultime notizie dal mondo sul Coronavirus di oggi, martedì 15 settembre 2020, aggiornate in tempo reale.

19,30 Spagna, 3022 nuovi contagi in 24 ore, 303 morti in 7 giorni – Sono 3022 i nuovi contagi da Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Spagna, portando il numero complessivo delle infezioni a 603.167. Lo notifica il ministero della Sanità spagnolo, specificando che il numero totale delle vittime nel Paese è 30.004, con 303 decessi negli ultimi sette giorni. A Madrid si segnala un terzo dei nuovi contagi nelle ultime 24 ore, con 1207 casi. Seguono la Navarra, con 302 nuove infezioni confermate e i Paesi Baschi, con 270. Inoltre, l’Andalusia ha 228 nuovi casi positivi, Aragona 220, Galizia 125, l’Estremadura e le Canarie 107 ciascuno.

Ore 15,50 – Galles: probabile nuovo lockdown – Il governo del Galles potrebbe ordinare un secondo lockdown. L’avvertimento viene dal ministro della Sanità locale Vaughan Gething, che ha anche rivelato che il governo sta studiando una serie di misure per riuscire a contenere l’epidemia senza dover ricorrere a un blocco totale.

Ore 15,30 – India: quasi 5 milioni di casi, manca ossigeno – In India non si ferma l’epidemia di Coronavirus che finora ha colpito quasi 5 milioni di persone con il Paese che rischia una penuria di ossigeno. I positivi fino a questo momento sono stati 4,93 milioni con 80mila vittime, di cui 1.054 nelle sole ultime 24 ore.

Ore 14,00 – Israele, altri 4.973 casi Covid: venerdì inizia il lockdown – Nuovo record in Israele: il ministero della Salute ha annunciato altri 4.973 casi di Coronavirus, portando il totale dei casi attivi a oltre 40 mila. Il vice ministro della Salute, Yoav Kisch, ha esortato la popolazione a rispettare il nuovo lockdown che inizierà venerdì per tre settimane, sottolineando che in caso contrario il numero di contagi crescerà a tal punto che ci saranno morti nelle strade “come a New York e in Italia”.

Ore 12,20 – Regno Unito, al via sperimentazione vaccino spray – Nel Regno Unito sta per prendere il via la sperimentazione di un vaccino contro il Coronavirus che potrà essere inalato per raggiungere più facilmente i polmoni. Un team dell’Imperial College di Londra utilizzerà anche la soluzione del gruppo di ricerca di Oxford. Sono quasi 180 i potenziali immunizzanti in fase di sperimentazione a livello globale, ma finora nessuno ha ancora superato tutte le fasi di test. Per la ricerca inglese circa 30 volontari sani riceveranno i vaccini sotto forma di aerosol, in modo simile a quello con cui vengono somministrati i farmaci per l’asma. “L’attuale pandemia – spiega Chris Chiu, ricercatore capo dell’Imperial College di Londra alla BBC News – dipende da un virus respiratorio che infetta principalmente le persone attraverso le cellule che rivestono il naso, la gola e i polmoni, organi e superfici che producono una risposta immunitaria diversa dal resto del corpo”. L’esperto precisa che il vaccino per inalazione, raggiungendo le zone coinvolte più velocemente e direttamente, potrebbe fornire una protezione più efficace. “Un certo numero di gruppi in tutto il mondo – commenta Robin Shattock, responsabile della ricerca sul vaccino dell’Imperial College – sta attualmente conducendo sperimentazioni cliniche sul vaccino per Covid-19, ma non sappiamo ancora se queste soluzioni potranno essere localizzate nel naso, nella gola e nelle vie aeree, le zone più vulnerabili a SARS-CoV-2. Il nostro lavoro potrebbe evidenziare che il vaccino esiste già, ma viene somministrato nel modo sbagliato. Tuttavia solo le analisi potranno rispondere a queste domande”.

Ore 10,45 – Europol, Recovery Fund nel mirino delle mafie – “Nel corso di questa pandemia ci siamo accorti di un incremento delle infiltrazioni della criminalità nell’economia legale. I fondi per la ripresa sono presi di mira e lo saranno ancor di più in futuro”. È l’allarme lanciato questa mattina da Catherine De Bolle, direttore esecutivo Europol, nel corso della riunione che si svolge a Roma del gruppo di lavoro sulle minacce criminali correlate all’emergenza del Coronavirus e le risposte delle forze di polizia. “Fin dall’inizio – ha sottolineato De Bolle – abbiamo fatto pressioni sulla commissione europea al fine di avere voce in capitolo sul Recovery Fund, i finanziamenti della ripresa economica. È importante indagare su questo tipo di reati ed è importante che al massimo livello europeo si riconoscano i rischi legati ai sussidi per la ripresa economica”.

Ore 7,10 – Cina: vaccino pronto per distribuzione già da novembre – Il vaccino cinese contro il Covid-19 potrebbe essere a disposizione del pubblico già a partire dal prossimo mese di novembre. Lo ha dichiarato l’esperta di bio-sicurezza del China Center of Disease Control and Prevention Wu Guizhen, nel corso di un’intervista all’emittente televisiva statale China Central Television.     Il vaccino potrebbe essere disponibile “a novembre o a dicembre”, ha dichiarato Wu, “perché la fase 3 di test clinici sta attualmente procedendo senza intoppi”. La stessa Wu ha poi dichiarato di essersi sottoposta a una test del vaccino, senza specificare quale, ad aprile scorso e “negli ultimi mesi mi sentivo molto bene”, ha proseguito, senza riscontrare dolore a livello locale.

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: COSA È SUCCESSO IERI

Oltre 29 milioni di casi nel mondo – Sono più di 29 milioni i casi di Coronavirus accertati nel mondo secondo il bollettino della Johns Hopkins University, precisamente 29.019,639. Le vittime, invece, sono 924.463.

Docente Oxford: “Vaccino non pronto per seconda ondata” – Non sarà pronto per la seconda ondata il vaccino sviluppato dall’università di Oxford in collaborazione con l’azienda farmaceutica AstraZeneca: ne è convinto il professore John Bell, docente della prestigiosa università britannica e componente della task force sui vaccini anti-Covid del Regno Unito. “Probabilmente a Oxford siamo circa tre o quattro mesi avanti rispetto a chiunque altro sul vaccino anti-Coronavirus – ha dichiarato Bell – ma non riusciremo a battere la seconda ondata di contagio”. Leggi la notizia completa.

Oms: “Più morti in Europa a ottobre e novembre” – L’Organizzazione Mondiale della Sanità si aspetta in Europa un aumento dei morti a causa del Covid-19 per i mesi di ottobre e novembre. “In ottobre e novembre vedremo più mortalità” ha dichiarato il direttore per l’Europa Hans Kluge.

Indonesia: Giacarta torna in lockdown – A Giacarta torna il lockdown per circa 10 milioni di abitanti per almeno 2 settimane per arginare la diffusione del Covid-19. La capitale indonesiana ha registrato 54mila casi dall’inizio della pandemia, quasi un quarto del totale nazionale delle infezioni accertate.

Leggi anche: 1. Coronavirus, Israele richiude tutto: lockdown di 3 settimane / 2. Docente di Oxford rivela: “Il vaccino non sarà pronto per la seconda ondata. In media ci vogliono 8 anni” / 3. Coronavirus, 84enne contagiato nel Regno Unito 2 settimane prima che la Cina avvertisse l’Oms: “È la prova che Pechino ha mentito” / 4. Coronavirus, Trump ammette: “Sapevo del pericolo, ma ho minimizzato”. La rivelazione nel nuovo libro di Bob Woodward

5. Il patriarca che accusò i gay di aver provocato la pandemia ora è positivo al Covid-19 / 6. Coronavirus, la cura con il plasma non funziona: “Stessa mortalità e progressione tra i malati”. Lo studio / 7. Il Covid ha decimato vite umane, ma l’inquinamento in calo durante il lockdown ne ha salvate alcune migliaia

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.