Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:31
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Coronavirus, docente di Oxford rivela: “Il vaccino non sarà pronto per la seconda ondata. In media ci vogliono 8 anni”

Immagine di copertina

Coronavirus, il vaccino di Oxford “non sarà pronto per la seconda ondata”

Il vaccino anti-Coronavirus sviluppato a Oxford e prodotto dall’azienda farmaceutica AstraZeneca “non sarà pronto per la seconda ondata”: ne è certo il professor John Bell, docente della prestigiosa università britannica e componente della task force sui vaccini anti-Covid del Regno Unito. “Probabilmente a Oxford siamo circa tre o quattro mesi avanti rispetto a chiunque altro sul vaccino anti-Coronavirus ma non riusciremo a battere la seconda ondata di contagio” ha dichiarato Bell. Secondo l’esperto, infatti, per realizzare un vaccino ci vogliono mediamente otto anni ed è già un “miracolo” che si sia arrivati alla Fase 3 della sperimentazione in appena 8 mesi. “Probabilmente ora siamo all’inizio della seconda ondata, ma un vaccino potrebbe arrivare solo verso la fine della seconda ondata” ha dichiarato Bell al quotidiano Telegraph.

Il vaccino sviluppato da Oxford, e considerato il più promettente tra quelli attualmente in fase di sperimentazione, ha recentemente subito uno stop a causa di una reazione anomala registrata in uno dei 50mila soggetti volontari a cui è stata iniettata la dose di vaccino. Lo stop, però, è durato poco meno di una settimana, mentre le sperimentazioni sono riprese nel Regno Unito a partire da sabato 12 settembre. Se non dovessero verificarsi ulteriori intoppi, le prime dose potrebbero essere prodotte a gennaio, ma bisognerebbe aspettare la primavera del 2021 per avere milioni di dosi del vaccino. Esattamente l’ordine temporale indicato da Bell.

Leggi anche: 1. Covid, lo scienziato Garattini: “Accelerare sul vaccino potrebbe rivelarsi un disastro” / 2. Coronavirus, come funziona il vaccino di Oxford: 32mila volontari pronti a testarlo / 3. La prima italiana che si è sottoposta al vaccino anti Coronavirus: “Per ora sto benissimo”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO
CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Esteri / Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici
Esteri / Austria, morto di Covid l’esponente No Vax Biacsics: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina
Esteri / Usa, sparatoria in una scuola del Michigan: 15enne apre il fuoco sui compagni. Morti 3 studenti
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda