Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:33
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

“Vivo da un mese da sola in un campus universitario in Cina completamente abbandonato”: parla Ilham Moussif | VIDEO

La testimonianza di una professoressa di Lingue racconta come si vive nel paese da cui è partita l'epidemia

.

Coronavirus Cina, Ilham Moussif: “La mia quarantena in un campus”

Coronavirus in Cina, lì dove tutto è partito. Dal 31 dicembre scorso, data in cui nella città di Wuhan, capoluogo della provincia dell’Hubei, è stato segnalato il famigerato “nuovo Coronavirus”, in Cina sono morte più di 2.700 persone e oltre 78mila sono state contagiate.

Il Governo della potenza asiatica, che in un primo momento aveva sottovalutato l ’entità dell’epidemia, è corso ai ripari isolando il focolaio del contagio e dichiarando lo stato di emergenza in tutto il Paese. Nel frattempo, come sappiamo, la malattia si è diffusa nel resto del pianeta e altri Stati – tra cui il nostro – stanno affrontando la diffusione del contagio mettendo in quarantena le zone in cui si manifesta l’infezione.

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA

Coronavirus, parla Ilham Mounsif

A quasi due mesi di distanza, nel cuore dell’epidemia di Coronavirus in Cina, si cerca di tornare lentamente alla normalità. Ce lo racconta Ilham Mounsif, una ragazza di cui si è parlato molto nel marzo del 2017, quando le fu negato di assistere a una seduta alla Camera  dei Deputati perché – pur avendo vissuto in Italia per 20 dei suoi 22 anni e pur essendo stata invitata lì a ritirare un premio come studentessa modello – non aveva la cittadinanza italiana. A riparare fu l’allora Presidente della Camera, Laura Boldrini, che invitò la giovane laureata, italiana senza cittadinanza, ad assistere a una seduta successiva.

Oggi Ilham è ambasciatrice culturale e insegna inglese in un campus universitario nello Zhejiang, provincia orientale della Cina. Quando è scoppiata l’epidemia stava organizzando un viaggio nel nord del Paese in occasione dei festeggiamenti per il capodanno cinese, un viaggio che ha dovuto annullare. Da oltre un mese vive completamente sola nel campus abbandonato e racconta attraverso i social network e il suo canale Instagram la vita in quarantena e il lento ritorno alla normalità. 

“Dove sono io – racconta – la situazione è migliorata perché i contagi sono diminuiti. Da circa un mese vivo in solitudine qui al campus, ma negli ultimi giorni la situazione è migliorata: posso finalmente affittare una bicicletta e andare tranquillamente nel centro della città dove la vita è tornata a essere movimentata e i negozi sono aperti”.

Molto diversa la situazione nella provincia dell’Hubei, spiega ancora Ilham Mounsif: “Lì le misure restrittive per la popolazione sono diventate ancora più rigorose per permettere al resto della Cina di poter tornare al più presto alla normalità”.

Una normalità che però è ancora lontana dal tornare: “Forse, tra due settimane, avremo idea di quando riaprirà il nostro istituto. Nel frattempo, per evitare che i nostri studenti perdano troppo tempo, forniamo delle lezioni online. Lo smart working è stato utilizzato in tutto il Paese per evitare che le aziende si bloccassero a causa dell’epidemia, permettendo a molti dipendenti di lavorare a distanza”.

Leggi anche:

Coronavirus, il Veneto aveva la ricetta per scovare i contagiati asintomatici già 20 giorni fa. Ma ha temporeggiato

Lo studio scientifico che aveva previsto il coronavirus un anno fa: “Partirà dalla Cina, dobbiamo prevenirlo”

TPI REPORTAGE da Codogno, il paese fantasma con l’incubo del contagio da Coronavirus (di Giulio Cavalli)

“I miei colleghi spargevano il sale al mio passaggio”: il caso dei giornalisti in quarantena per il Coronavirus (di Selvaggia Lucarelli)

Ecco due cose che abbiamo capito del virus: parla Italiano e viaggia in business Class, non si annida in Africa ma nel profondo nord (di Luca Telese)

Coronavirus, l’infermiera entrata in contatto con il paziente 1 ha violato la quarantena (di Franco Bagnasco)

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: segui tutti gli aggiornamenti in diretta su TPI

Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Esteri / Afghanistan: 8 fratellini orfani morti di fame. L’allarme di Save The Children: “Paese sull’orlo della carestia”
Ti potrebbe interessare
Esteri / L’Iran annuncia la ripresa dei negoziati sul nucleare a Vienna: “Ripartiranno a novembre”
Esteri / La Corte Ue condanna la Polonia: multa di 1 milione di euro al giorno
Esteri / Afghanistan: 8 fratellini orfani morti di fame. L’allarme di Save The Children: “Paese sull’orlo della carestia”
Esteri / I Maneskin alla conquista degli Usa: apriranno il concerto dei Rolling Stones a Las Vegas
Esteri / Allarme in Europa: rubate le chiavi per generare Green pass. Nel dark web quello “funzionante” di Hitler
Esteri / Scandalo Facebook, Zuckerberg a un passo delle dimissioni
Esteri / La crisi del Libano: viaggio nel Paese dove la politica settaria tiene in ostaggio la giustizia
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass