Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 20:48
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Corea del Nord, Kim Jong-un si commuove e si scusa per gli errori fatti alla guida del Paese | VIDEO

“La nostra gente ha riposto fiducia in me, ma non sono riuscito ad essere sempre all’altezza. Mi dispiace davvero per questo”. Il leader nordcoreano Kim Jong-un ha tenuto un discorso durante il quale, in lacrime, si è scusato per non esser stato sempre all’altezza delle aspettative dei suoi concittadini. È successo sabato, durante la parata militare per il 75 anni dalla fondazione del Partito dei Lavoratori, al potere nel Paese. Durante la scenografica parata hanno sfilato per le via di Pyongyang le nuove armi strategiche, tra le quali nuovo missile balistico intercontinentale (Icbm).

Il giovane dittatore, che dalle immagini sembra essersi commosso, si è scusato per le difficoltà che sta affrontando il Paese e ha incolpato, in primo luogo, le sanzioni “dure e di lunga durata” a cui è sottoposto il regime per lo sviluppo dei suoi programmi missilistici e nucleari; una crisi a cui si aggiungono le difficoltà derivanti dalla pandemia di Covid-19 e dai disastri naturali che hanno recentemente colpito il Paese. “Mi vergogno di non essere stato in grado di ripagarvi appropriatamente della vostra fiducia”, ha detto in un passaggio. “I miei sforzi e la mia devozione non sono stati in grado di portare la nostra gente fuori dalle difficoltà di sostentamento”. Kim ha voluto ringraziare i soldati per gli sforzi nel contenimento dell’epidemia di Covid-19 e nel soccorso alle aree colpite dai disastri naturali. Motivo di orgoglio, per il giovane dittatore, è l’assenza di contagi da Covid-19, ufficialmente dichiarata.

Kim ha promesso che continuerà a rafforzare l’apparato militare per contrastare i pericoli e le intimidazioni “incluse le minacce nucleari in costante crescita dalle forze ostili”, riferendosi indirettamente agli Stati Uniti. “Se qualsiasi forza colpisce la nostra sicurezza nazionale”, ha assicurato Kim, “mobiliteremo preventivamente la più grande forza offensiva e ci vendicheremo”.

Leggi anche: 1. Corea del Nord, funzionario di Seul ucciso e bruciato: “Cremato per evitare Coronavirus” /2. Corea Nord, Kim Jong-un: “Presto il mondo sperimenterà una nostra nuova arma strategica” / 3. In Corea del Nord Kim Jong-un ha inaugurato la “città ideale socialista”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, primi risultati delle legislative: il partito di Putin in netto calo, boom dei comunisti
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Russia, primi risultati delle legislative: il partito di Putin in netto calo, boom dei comunisti
Esteri / Usa, crisi al confine con il Messico: più di 10mila migranti sotto a un ponte in Texas
Esteri / Il Parlamento Ue vuole una legge per contrastare i femminicidi: “È violenza di genere”
Esteri / Papa Francesco: “No vax anche tra i cardinali. Uno è ricoverato. Sì alle unioni civili per gli omosessuali”
Esteri / Instagram danneggia la salute mentale delle adolescenti. Facebook lo sa, ma non fa niente
Esteri / “Il burqa non è nella nostra cultura”: la campagna social delle donne afghane contro i talebani
Ambiente / Mattanza di delfini alle isole Faroe per la tradizionale caccia Grindadrap
Esteri / Israele, morto per Covid il leader dei no vax. Anche dall’ospedale incitava i suoi: “Continuate le proteste”
Esteri / “Dopo l’assalto a Capitol Hill i militari tolsero a Trump l’accesso alle armi nucleari”
Esteri / La Corte europea dei diritti dell’uomo: il green pass “non viola i diritti umani”