Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Il giallo dei tre sub di Chernobyl dati per morti nel 1986 ma che in realtà sono vivi

Immagine di copertina

Alexei Ananenko, Valeriy Bezpalov e Boris Baranov, i tre sommozzatori che con il loro gesto eroico hanno evitato altre esplosioni sono redivivi

Chernobyl, il mistero dei tre sub scomparsi nel 1986 e ora riapparsi

Tra i misteri e le verità non certificate che aleggiano intorno al disastro nucleare di Chernobyl del 26 aprile 1986 ce n’è una che ha di recente trovato una conferma. È la storia dei tre sub che il 6 maggio si immersero nelle vasche di sicurezza e aprirono le valvole per fare defluire le acque contaminate per impedire una nuova esplosione.

I sommozzatori Alexei Ananenko, Valeriy Bezpalov e Boris Baranov dopo il gesto eroico sono stati dati per morti, ma in realtà sono ancora vivi.

A smentire la grande menzogna che ha circondato la loro storia è stato Andrew Leatherbarrow, autore del libro viaggio-inchiesta “Chernobyl 01:23:40“.

In un’intervista a Micol Sarfatti su Sette Leatherbarrow racconta: “Io non ne ho mai trovato conferma in nessuno dei testi analizzati della loro morte. Per questo ho continuato a cercare. Mi sono imbattuto in un annuncio di morte per infarto di Boris Baranov datato 2005, poi ho scoperto che gli altri due erano ancora vivi. Nel marzo 2016 sono riuscito a contattare Alexei Ananenko. Non era molto turbato dall’essere stato ritenuto morto ormai da trent’anni. Ho deciso di raccontare la loro vera storia: era troppo importante. Dopo l’uscita della serie tv Ananenko ha rilasciato qualche intervista. Dice di non essere un eroe. Nel 2018 tutti e tre hanno ricevuto una medaglia al valore per il loro coraggio”.

Dentro un istituto bielorusso per i sopravvissuti di Chernobyl | FOTO
I cani radioattivi abbandonati dalle famiglie dopo il disastro nucleare di Chernobyl
Anniversario Chernobyl: 26 aprile 1986-2019, 33 anni fa il disastro nucleare in Ucraina (allora Urss)
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo Djokovic l'Australia ferma Kanye West: "Per fare concerti deve essere vaccinato"
Esteri / Etiopia, in Tigray due milioni di persone senza cibo: “Andiamo a dormire sperando di non morire”
Esteri / Orbán presto in Russia per vedere Putin: chiederà più gas verso l’Ungheria
Ti potrebbe interessare
Esteri / Dopo Djokovic l'Australia ferma Kanye West: "Per fare concerti deve essere vaccinato"
Esteri / Etiopia, in Tigray due milioni di persone senza cibo: “Andiamo a dormire sperando di non morire”
Esteri / Orbán presto in Russia per vedere Putin: chiederà più gas verso l’Ungheria
Esteri / Honduras, Xiomara Castro è la prima presidente donna del paese
Esteri / Pakistan, 14enne si spara accidentalmente e muore mentre gira video su TikTok
Esteri / Polonia, donna incinta muore dopo aver portato in grembo un feto morto per 7 giorni
Esteri / Ucraina, tensione ancora alta: ambasciatore Usa consegna la risposta scritta alle garanzie chieste da Mosca
Esteri / Usa, 23enne trovata morta dopo un appuntamento su un’app di incontri: si indaga per omicidio
Esteri / Francia, il Parlamento approva: “Vietate le ‘terapie di conversione’ usate per ‘guarire’ l’omosessualità”
Esteri / “La Cina ha realizzato una app per spiare gli atleti alle Olimpiadi di Pechino”: l’accusa