“Facevo fatica persino a guardarlo”: sbranato dal cane di famiglia, il viso del bimbo è sfigurato

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 16 Dic. 2018 alle 10:59 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:41
2
Immagine di copertina

Un bambino di appena tre anni è stato sbranato dal cane di famiglia. Il morso dell’animale ha sfregiato il volto del piccolo. I segni sul viso hanno devastato il bimbo, tanto che la madre ha ammesso: “Facevo fatica anche a guardarlo”.

La madre, Sarah Fuller, una ragazza di 28 anni di Portland, nell’Oregon (Stati Uniti) ha ricevuto una telefonata dai suoi genitori. Il padre e la madre di Sarah Fuller si stavano occupando del nipote mentre lei era al lavoro.

“Micajah è stato aggredito dal nostro cane, ora è in ospedale”. Quando la madre è arrivata al nosocomio, l’infermiera le ha consigliato di non guardare il figlio.

La telefonata è arrivata intorno all’ora di pranzo. Il cane di famiglia che ha aggredito e sbranato il piccolo Micajah è un pitbull.

Quando ha raggiunto l’ospedale la donna è stata subito fermata dall’infermiera che le ha consigliato di non entrare nella stanza finché non il figlio non fosse stato bendato.

“È stato molto difficile guardare mio figlio all’inizio perché volevo solo piangere, mi sentivo così disperata e triste. Ma ho avuto un atteggiamento molto positivo e sapevo che avrebbe potuto essere peggio”, ha detto Sarah Fuller al Daily Mail.

cane sbrana figlio

“Ora mio figlio è terrorizzato da tutti i cani grandi o piccoli. Era pieno di rabbia e tristezza il primo mese dopo l’attacco e ogni notte si svegliava dagli incubi urlanti. Il suo medico gli ha consigliato di fargli tenere un cucciolo così da poter crescere senza la paura per  i cani” spiega la madre. E poi ribadisce: “Al di là della razza, tenete i cani lontani dai bambini, anche se pensate che non li danneggino, i cani sono selvaggi per natura. Noi non avevamo mai avuto alcun segno che il nostro cane di famiglia fosse così aggressivo.”

2
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.