Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 19:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Morto 12enne ridotto in schiavitù dal padre: viveva senza cibo e legato in bagno con un collare

Immagine di copertina
bambino incatenato usa

Bambino incatenato Usa – Un bambino di 12 anni è morto di fame e di stenti dopo essere stato legato con un collare, per una settimana, alla vasca da bagno di un motel nello stato americano dell’Indiana.

Non solo, la vittima avrebbe subito anche abusi e percosse e sarebbe morta in ospedale per complicazioni secondo quanto riportato dall’emittente statunitense “Cnn“. Per l’omicidio di Eduardo Posso sono stati incriminati il padre Luis, 32 anni, e la compagna Dayana Medina-Flores, 25.

I due, arrestati dalla polizia, dovranno rispondere anche di abbandono di minore, sequestro di persona e percosse. Il padre, che lo ha portato in ospedale in condizioni disperate con problemi respiratori, si è provato a difendere raccontando che il figlio era scivolato mentre si faceva la doccia. La polizia però non gli ha creduto.

Il bambino era arrivato a pesare 25 chili e aveva il corpo martoriato di ferite: secondo le indagini, Eduardo era stato costretto a entrare nella vasca da bagno in una camera dell’Economy Inn, motel di Bloomington, con le gambe legate e al collo un collare elettrico per cani. Gli aguzzini avevano anche piazzato una telecamera di sicurezza nella toilette collegata a un’app del cellulare per sorvegliare il ragazzino.

Quando la polizia ha esaminato i cellulari della coppia, ex dipendenti di un circo, hanno trovato prove inequivocabili del fatto che Eduardo fosse stato ridotto in schiavitù. Posso e Medina-Flores hanno anche altri tre figli di 2, 5 e 9 anni trovati in buone condizioni di salute.

Sembra purtroppo che Eduardo, in passato, avesse già raccontato alla polizia di essere vittima di abusi e maltrattamenti da parte dei due adulti: allarme evidentemente ignorato e che è finito in tragedia.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Esteri / “Le guardie libiche violentano le minorenni nei centri di detenzione”
Esteri / Svezia, sfiduciato il governo per la prima volta. Scontro sulla legge per liberalizzare gli affitti
Ti potrebbe interessare
Esteri / Un messaggio in bottiglia ha unito due adolescenti attraverso l’Oceano Atlantico, a distanza di 3 anni
Esteri / “Le guardie libiche violentano le minorenni nei centri di detenzione”
Esteri / Svezia, sfiduciato il governo per la prima volta. Scontro sulla legge per liberalizzare gli affitti
Esteri / “L’Unione Europea ha un piano per tagliare le serie tv britanniche da Netflix e Amazon”
Esteri / Cina, il Covid non ferma il festival di Yulin: “Trucidati migliaia di cani”
Esteri / Quell’umanità in fuga tra macerie e ricordi
Esteri / Un “caso Floyd” in Europa: vittima un uomo di etnia Rom
Esteri / L'obbedienza agli Usa non è una virtù: vuol dire essere succubi del capitalismo finanziario (di A. Di Battista)
Esteri / Marina Usa fa esplodere ordigno da 18mila chili in mare. Lo spettacolare video
Esteri / Francia, la destra moderata vince il primo turno delle regionali. Deludono Le Pen e Macron