Covid ultime 24h
casi +16.146
deceduti +477
tamponi +273.506
terapie intensive -35

Anziano spintonato dalla polizia a Buffalo, ma Trump non ci crede: “E se fosse una messinscena?”

Di Giulia Angeletti
Pubblicato il 9 Giu. 2020 alle 17:23
211

“Potrebbe essere una montatura?”. Donald Trump torna sul caso dell’anziano manifestante spinto a terra da due agenti della polizia a Buffalo nel corso delle proteste per la morte di George Floyd, sostenendo che potrebbe essersi trattato di una messinscena. L’uomo, di 75 anni, è finito in ospedale e ora le sue condizioni sono “serie ma stabili”, mentre i due agenti sono stati sospesi dal servizio e verranno processati per aggressione di secondo grado il prossimo 20 luglio. “Il manifestante – ha scritto su Twitter il presidente Usa – potrebbe essere un provocatore Antifa. Il 75enne Martin Gugino avrebbe tentato di ostacolare le comunicazioni di polizia per bloccarle. Ho visto, lui cade molto più violentemente di come è stato spinto”. Trump ha poi affermato, riportando una notizia diffusa da One America News Network, sito di estrema destra, che il 75enne sarebbe stato “spinto dopo che sembra che stia cercando” di danneggiare l’apparecchio di comunicazione dell’agente sulla divisa.

Nelle immagini del video, diventato virale in rete, si vede l’uomo sanguinare dopo la caduta causata dalla spinta dei due poliziotti. Sul web, comunque, ha iniziato a girare una ricostruzione fotografica cospirazionista, secondo la quale il rivolo di sangue che si allarga sul marciapiede, dietro la testa del manifestante, sarebbe in realtà un effetto voluto dallo stesso anziano, che lo avrebbe creato “utilizzando una pompetta”.

Leggi anche: 1. George Floyd, Minneapolis smantella il dipartimento di polizia: “Vogliamo un nuovo modello di sicurezza” / 2. Si sposano in mezzo alla protesta per George Floyd a Philadelphia: “È stato ancora più memorabile” / 3. Banksy e l’omaggio a George Floyd: “Il razzismo è un problema dei bianchi”

4. Nuovo caso George Floyd: spunta il video dell’uccisione di un altro afroamericano durante un fermo di polizia negli Usa / 5. “Il problema degli Usa sono 400 anni di schiavitù, ma qui in Italia non siamo messi meglio”: parla Igiaba Scego / 6. George Floyd, l’autopsia indipendente smentisce quella delle autorità: “Morto per asfissia”

211
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.