Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:11
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

In questa casa di riposo, gli anziani soli salvano gli animali abbandonati

Immagine di copertina
Credit: Catalina Springs Memory Care

Due solitudini, se si uniscono, possono scomparire: è il caso di una casa di riposo in Arizona, dove gli anziani hanno salvato dei randagi che nessuno voleva adottare.

Gli ospiti della Catalina Springs Memory Care sono al capolinea della loro esistenza, alcuni hanno superato i 90 anni, mentre i nuovi residenti sono dei cuccioli e hanno bisogno di tutte le cure degli animali appena nati.

“Queste sono persone chiuse in comunità, che non lavorano e qualche volta si sentono veramente sole”, spiega Rebecca Hamilton, direttrice dei servizi sanitari della casa di riposo. “I nonni hanno amore da regalare e spesso non sanno a chi. Ecco perché il progetto di introdurre degli animali nel centro ha funzionato”.

Credit: Catalina Springs Memory Care

L’idea di collaborare con il Pima Animal Care Center (PACC) è arrivata dopo aver notato su Facebook molte richieste di aiuto per la cura di gatti e cani abbandonati.

Come progetto pilota, il rifugio ha inviato dei gattini che avevano appena aperto gli occhi quando si sono ritrovati tra le mani piene di rughe degli anziani.

“Hanno avuto un lavoro da fare, che è importante e li guardano crescere” ha spiegato la direttrice del centro. Prendendo peso, i gattini hanno cominciato a scorrazzare per il centro da soli. Quando non sono nelle braccia di qualcuno, o non si inseguono nei corridoi, i gattini vivono in una grande cesta, preparata dallo staff della struttura.

L’evoluzione naturale del progetto è che, una volta svezzati dagli anziani, gli animali sono pronti per un’adozione.

Credit: Catalina Springs Memory Care

Questa unione anziani-randagi potrebbe diventare un modello per altre case di riposo, dove normalmente la depressione degli ospiti è dietro l’angolo.

“Questa è chiaramente la mia speranza”, racconta la direttrice del Catalina Springs Memory Care. “Quando la stagione dei gattini inizia in piena forza, spero che i gruppi di soccorso raggiungano e formino partnership con unità di cura e che molte più vite possano essere salvate e che molta più gioia possa essere portata nella vita degli anziani”.

Un esperimento di pet therapy assolutamente riuscito: i randagi si sono salvati e gli anziani, con un nuovo obiettivo che li ha fatti sentire utili, sono quasi ringiovaniti.

Leggi anche: “Il cambiamento dei cani dopo l’adozione”

Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”
Esteri / La regina Elisabetta come Greta: "I leader parlano di ambiente, ma non fanno niente"
Esteri / Quattro podcast che raccontano quattro storie di giovani donne afghane
Esteri / Dalla conversione all’Islam ai precedenti: chi è l’attentatore di Kongsberg armato di arco e frecce