Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

L’adozione di un cane può cambiargli la vita: queste foto lo dimostrano

Queste immagini mostrano il cambiamento dei cani prima e dopo la loro adozione

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 28 Feb. 2018 alle 12:44 Aggiornato il 28 Feb. 2018 alle 15:15
255

In Italia si stimano oltre 600mila cani randagi, i gatti invece sono più di 2 milioni e mezzo.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Prima dell’entrata in vigore della legge quadro per la prevenzione del randagismo, n.281/91, in Italia nel 1991 cani e gatti dopo tre giorni di detenzione nei canili e nei gattili venivano uccisi.

Ma anche oggi, nonostante la loro vita sia risparmiata, non ci sono ancora sufficienti strutture di accoglienza degli animali domestici abbandonati, sono assenti i programmi di prevenzione delle nascite e le campagne di adozione sono scarse.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Oltretutto queste disattenzioni da parte delle istituzioni per tutelare cani e gatti che si trovano per le strade, hanno provocato persino l’illegalità della detenzione a vita dei randagi.

La legge del 1991 indica infatti che soltanto le associazioni di protezione animali possono avere la concessione per gestire le strutture dei canili.

Ma in tutta la penisola sono nati canili privati dove gli animali non sono tutelati: vivono in gabbie ammassati insieme, la natalità è altissima come anche la mortalità per le condizioni in cui sopravvivono i cani.

I responsabili di queste strutture private “possono contare su un contributo che va dai 2 ai 7 euro al giorno per ogni cane aggiudicandosi la gestione dei randagi” secondo quanto sostiene l’associazione LAV che lotta dal 1977  per l’affermazione dei diritti animali.

Adottare un animale domestico, oltre a essere un gesto nobile, è anche una grande responsabilità.

Queste immagini, scattate e condivise dai padroni di questi cani, dimostrano come il cambiamento dei cuccioli prima e dopo essere stati salvati.

Le immagini commoventi testimoniano la gioia e la gratitudine dei cuccioli, e cancella ogni dubbio sul fatto di essere indecisi di fronte alla scelta di acquistare un cucciolo in negozio o dare la possibilità di una seconda vita, migliore, a un cane che si trova in un canile.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

255
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.