Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:40
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Afghanistan, i ​talebani: “Il nuovo governo sarà islamico, no donne al potere”. Gb: negoziati in corso in Qatar

Immagine di copertina
Credits: EPA/STRINGER

AFGHANISTAN NEWS: TALEBANI VERSO UN NUOVO GOVERNO| ULTIME NOTIZIE 2 SETTEMBRE 2021

Gli Stati Uniti hanno completato l’evacuazione dell’Afghanistan, ponendo fine alla loro presenza militare dopo vent’anni di guerra, costata la vita a 2461 militari e civili americani. Nel discorso alla Nazione pronunciato alla Casa Bianca, il presidente statunitense Joe Biden ha definito l’operazione “un successo”. Il talebani intanto si preparano a formare il nuovo esecutivo. Il portavoce dei Talebani Zabihullah Mujahid ha dichiarato al China Global Television Network che questo sarà “senza alcun dubbio un governo islamico”: secondo la Cnn il modello istituzionale ricalcherà quello vigente in Iran, con il ruolo di leader supremo che spetterà probabilmente all’Amir al-muminin dei Talebani Hibatullah Akhundzada, a capo del movimento dal 2016, che finora non ha mai fatto un’apparizione pubblica. Il vice capo dell’ufficio politico dei Talebani in Qatar ha dichiarato poi di ritenere improbabile l’ipotesi che le donne ne facciano parte, e che certamente non avranno “ruoli apicali”.

AFGHANISTAN, LE ULTIME NOTIZIE IN DIRETTA

Ore 14.12 –  Combattimenti nella valle del Panshir tra i talebani e le milizie di Ahmad Massoud – Dopo i colloqui falliti e l’ultimatum di ieri si combatte nella Valle del Panshir, nord-est dell’Afghanistan, fra i talebani e le milizie sotto il comando di Ahmad Massoud, l’unica sacca di resistenza ancora attiva al regime degli integralisti. Lo scrive sui social Muhammad Jalal, un dirigente talebano, citato da Al Jazeera. Ieri i talebani hanno intimato ai combattenti di deporre le armi, invitandoli in un messaggio audio su Twitter a prendere atto del fallimento dei colloqui e ad arrendersi.

Ore 11.40 – Asse Draghi-Macron, l’Italia rilancia il ruolo dell’Onu – Emanuel Macron oggi alle 20,30 riceverà Mario Draghi a Marsiglia, a margine dell’apertura del Congresso mondiale della natura. Sul tavolo i temi della ripresa economica e i dossier congelati in questi mesi ma i due discuteranno soprattutto della crisi umanitaria determinatasi in Afghanistan. Le posizioni tra il presidente francese e il premier italiano sono simili. Roma e Parigi tentano di guidare la locomotiva Ue per favorire un’intesa su corridoi gestiti dall’Unhcr e sulla necessità che, oltre ai Paesi vicini all’Afghanistan, anche i Paesi della Ue si facciano carico del problema dell’accoglienza.

Ore 10.00 – Lo sceicco Haibatullah Akhundzada verso la nomina a guida suprema – I talebani si apprestano, infatti, a nominare il leader religioso Haibatullah Akhundzada come suprema autorità del Paese. Lo sceicco avrà un titolo simile a quello dell’ayatollah Khamenei, guida suprema dell’Iran. Il mullah Abdul Ghani Baradar, co-fondatore dei talebani, dovrebbe invece essere nominato alla guida delle operazioni giornaliere del governo.

Ore 07.00 – I ​talebani: “Il nuovo governo sarà islamico, no donne al potere” – Il nuovo governo dei talebani in Afghanistan “senza alcun dubbio, sarà un governo islamico. Qualunque sia la combinazione, che sia islamico è garantito”. Lo ha detto il portavoce dei talebani Zabihullah Mujahid, in un’intervista alla Cgtn, canale in lingua inglese del network statale cinese Cctv. Mujahid ha aggiunto di sperare che le discussioni e le consultazioni sulla formazione dell’esecutivo portino a una buona conclusione. Il governo che i talebani stanno elaborando per l’Afghanistan ha come modello quello della Repubblica islamica dell’Iran. Lo riferisce la Cnn citando proprie fonti, secondo le quali Hibatullah Akhundzada sarà riconosciuto come il leader supremo dell’Afghanistan. Autorità religiosa alla quale viene riconosciuta la più alta carica del Paese, Akhundzada avrà quindi il  potere di decidere la linea politica, annullare le leggi e anche rimuovere il presidente. Al leader supremo viene riconosciuta l’ultima parola su tutte le questioni di stato. Akhundzada, che ha guidato i Talebani dal 2016, lavorerà principalmente da Kandahar.

Intanto, sono iniziati in Qatar i colloqui fra Londra e i talebani destinati nelle intenzioni del governo di Boris Johnson a cercare di assicurare un corridoio di uscita dall’Afghanistan a cittadini britannici e afghani rimasti indietro dopo il ritiro militare occidentale, ma intenzionati a lasciare il Paese. “Il rappresentante speciale del primo ministro per la transizione afghana, Simon Grass, è a Doha e sta incontrando alti rappresentanti talebani per sottolineare l’importanza di un passaggio sicuro dall’Afghanistan ai cittadini britannici e a quegli afghani che hanno lavorato con noi negli ultimi 20 anni”, ha  dichiarato Downing Street.

LEGGI ANCHE: La verità scomoda sull’Afghanistan che nessuno ha il coraggio di dirvi

Ti potrebbe interessare
Esteri / La Russia bandisce il Moscow Times: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Come sarebbe il mondo con un Trump bis
Esteri / Cosa rivelano sull’America le proteste alla Columbia University contro la guerra nella Striscia di Gaza
Ti potrebbe interessare
Esteri / La Russia bandisce il Moscow Times: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Come sarebbe il mondo con un Trump bis
Esteri / Cosa rivelano sull’America le proteste alla Columbia University contro la guerra nella Striscia di Gaza
Esteri / Il precedente Eagleton: quando il senatore democratico rinunciò alla corsa alla vicepresidenza degli Usa
Esteri / Altri quattro anni? Cosa succederebbe se Joe Biden vincesse le elezioni presidenziali negli Stati Uniti
Esteri / Reportage TPI – Così il turismo si è mangiato il Costa Rica
Esteri / Iran: Usa condannati a pagare quasi 6,8 mld dlr per gli effetti delle sanzioni sui pazienti affetti da una malattia rara
Esteri / Orban incontra Trump: “Abbiamo discusso di pace: risolverà tutto lui” | VIDEO
Esteri / Nuova gaffe di Biden, al vertice Nato presenta Zelensky chiamandolo Putin
Esteri / Gaza: 32 morti in 70 raid dell'Idf. Media: "4 operatori umanitari stranieri uccisi in un raid a Rafah". Biden assicura: "Progressi verso un accordo di tregua". Media: "Passi avanti sulla riapertura del valico di Rafah". Ma l'ufficio di Netanyahu smentisce: “Nessun ritiro delle truppe dal confine". Hamas vuole una garanzia scritta che la guerra non riprenderà dopo la liberazione degli ostaggi. Il 19 luglio la Corte de L'Aja si pronuncerà sulle conseguenze giuridiche dell'occupazione dei Territori palestinesi