Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:50
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Il Qatar acquisterà sette navi militari italiane per 5 miliardi di euro

Immagine di copertina
Credit: Ministero degli Esteri

L'accordo è stato firmato a Doha dal ministro degli Esteri Angelino Alfano durante la sua visita nell'emirato

Il Qatar ha concluso un accordo di 5 miliardi di euro con l’Italia per l’acquisto di sette navi militari. A riferirlo è stato il ministro degli Esteri dell’emirato, che ha aggiunto che la compravendita è parte di un più ampio accordo di cooperazione militare tra i due paesi.

Lo sceicco Mohammed bin Abdulrahman al-Thani ha dato l’annuncio durante una conferenza stampa a Doha, alla presenza del suo omologo italiano Angelino Alfano.

Il ministro si trova in Medio Oriente come parte di uno sforzo internazionale che ha già visto la visita del segretario di stato degli Stati Uniti Rex Tillerson, del ministro degli Esteri francese Jean-Yves Le Drian e di quello britannico Boris Johnson per porre fine a una disputa diplomatica tra Qatar, Arabia Saudita, Bahrein, Emirati Arabi Uniti ed Egitto.

“Sono lieto di annunciare la conclusione di un accordo per l’acquisto di sette unità navali dall’Italia nel contesto della cooperazione militare congiunta tra i due paesi”, ha detto al-Thani ai giornalisti presenti.

Il ministro arabo ha aggiunto che si stima un valore dell’accordo pari a circa 5 miliardi di euro. Al-Thani non ha fornito ulteriori dettagli sull’operazione e ha evitato di nominare le società coinvolte nell’affare.

Nel giugno del 2016, l’azienda italiana Fincantieri, del gruppo Leonardo, ex Finmeccanica, aveva dichiarato di aver firmato un accordo di quattro miliardi di euro per fornire alcune navi al Qatar.

Per l’emirato, la società costruirà quattro corvette da guerra, due navi di sostegno logistico e una piattaforma anfibia di per l’atterraggio di velivoli ed elicotteri, oltre a offrire servizi di manutenzione per i successivi 15 anni dalla data di consegna dei mezzi.

Tutte le navi saranno costruite nei cantieri navali italiani e i lavori cominceranno a partire dal 2018.

La società madre Leonardo fornirà invece sistemi elettronici e armi per le unità militari in questione, un affare che le frutterà circa un terzo dell’intero valore della commessa.

Il Qatar è impegnato in una controversia diplomatica con l’Arabia Saudita, il Bahrein, gli Emirati Arabi Uniti e l’Egitto, che accusano il piccolo regno di sostenere il terrorismo e di essersi alleato con l’Iran, accuse che Doha ha prontamente respinto al mittente.

L’accordo militare tra il Qatar e l’Italia si inserisce così in una serie di mosse diplomatiche ed economiche che mostrano quanto la crisi sia lontana da una soluzione.

Il 31 luglio, l’emirato ha presentato una denuncia all’Organizzazione mondiale del commercio nei confronti dei suoi vicini, che hanno tagliato tutti i rapporti commerciali e diplomatici e hanno chiuso le rotte aeree e marittime con il piccolo regno.

L’Arabia Saudita infatti ha chiuso l’unico confine terrestre che lega il Qatar alla penisola araba.

Da inizio luglio, il Kuwait sta tentando una difficile mediazione che al momento non è riuscita a far ritirare ai paesi arabi le sanzioni contro Doha.

Arabia Saudita, Emirati Arabi Uniti, Bahrain ed Egitto hanno dichiarato che queste misure di pressione contro il Qatar continueranno finché il piccolo emirato non accetterà tutte le richieste dei paesi arabi, al fine di assicurare la stabilità e la sicurezza della regione.

Le condizioni, rifiutate da Doha, prevedevano la sospensione dei rapporti con l’Iran, la Fratellanza Musulmana e Hezbollah ma anche la chiusura del canale televisivo Al Jazeera e la rimozione di una base militare turca nell’emirato. 

Il Qatar avrebbe inoltre dovuto risarcire i suoi vicini per i danni subiti in questi anni. L’emirato sarebbe poi stato periodicamente monitorato, per verificare il rispetto degli impegni presi.

L’emirato è dunque isolato, ma non è solo. Sta infatti ricevendo rifornimenti alimentari dall’Iran, che ha anche aperto lo spazio aereo ai suoi voli e dalla Turchia, che, come detto, ha aperto una base militare nel paese.

– LEGGI ANCHE: A che punto è la crisi tra il Qatar e i paesi arabi

Cosa c’entra la morte di centinaia di cammelli con la crisi diplomatica dei paesi del Golfo
Ti potrebbe interessare
Esteri / Centrale nucleare di Zaporizhzhia, Putin firma il decreto: “È di proprietà russa”
Esteri / La grande fuga dalla Russia di Putin: “Non moriremo per Vlad il matto”
Esteri / Cremlino: “Gli Stati Uniti sono coinvolti direttamente nel conflitto, situazione estremamente pericolosa”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Centrale nucleare di Zaporizhzhia, Putin firma il decreto: “È di proprietà russa”
Esteri / La grande fuga dalla Russia di Putin: “Non moriremo per Vlad il matto”
Esteri / Cremlino: “Gli Stati Uniti sono coinvolti direttamente nel conflitto, situazione estremamente pericolosa”
Esteri / La Slovenia legalizza matrimonio ed adozione per le coppie omosessuali
Esteri / Approvato nuovo pacchetto di sanzioni Ue alla Russia, incluso price cap al petrolio
Esteri / Gas dalla Russia all’Italia: ripresi i flussi attraverso l’Austria
Esteri / La gaffe del generale russo: per errore svela sulla mappa l’avanzata della controffensiva ucraina
Esteri / Von Der Leyen: “Pronti a discutere un tetto al prezzo del gas utilizzato per generare elettricità”
Esteri / Guerra in Ucraina, camera delle torture a Pisky-Radkivski: rinvenuti denti d’oro. Le foto shock
Esteri / Corea del Sud, esercitazioni con gli Usa: lanciati 4 missili sul Mar del Giappone. Uno si schianta al suolo