Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 16:17
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia

Smart working: le nuove regole in vigore fino al 31 dicembre 2020

Immagine di copertina

Smart working: le nuove regole in vigore fino al 31 dicembre 2020

Con la proroga dello stato di emergenza fino al 31 gennaio 2021, anche le norme riguardanti lo smart working semplificato sono state prolungate e resteranno in vigore fino al mese precedente, ovvero il 31 dicembre 2020. Le disposizioni emergenziali previste al momento, la cui scadenza era inizialmente fissata per il 15 ottobre, resteranno dunque in vigore per altri 3 mesi, mentre alla scadenza della proroga, a meno che questa non venga ulteriormente prolungata, per le aziende non sarà più possibile collocare i lavoratori in smart working in modo unilaterale e senza gli accordi individuali previsti dalla legge 81/2017.  Di seguito, nel dettaglio, alcune informazioni relative allo smart working e alle sue regole.

Smart working per chi ha figli minori di 14 anni in quarantena

Rimangono invariate le regole sul lavoro agile per chi ha figli, minori di 14 anni, in quarantena. Il genitore, lavoratore dipendente, può svolgere la prestazione di lavoro in modalità agile per tutto o parte del periodo della durata della quarantena, disposta dalla Asl territoriale a seguito di un contatto con un positivo Covid all’interno degli istituti scolastici, del figlio convivente e minore di 14 anni. Nell’ipotesi in cui la prestazione lavorativa non può essere svolta attraverso lo smart working, uno dei genitori, alternativamente, può astenersi dal lavoro per tutto o parte del periodo della quarantena del figlio. In questo caso, al lavoratore è riconosciuta un’indennità pari al 50% della retribuzione.

Le regole per dipendenti pubblici e lavoratori disabili

Lo smart working è stato prorogato fino al 31 dicembre 2020 per il 50% dei dipendenti della Pubblica Amministrazione con mansioni che possono essere svolte da casa. Per quanto riguarda i lavoratori disabili, invece, dopo il 15 ottobre potranno stipulare degli accordi aziendali con le rappresentanze sindacali aziendali (RSA/RSU) o territoriali che regolamentino il ricorso al lavoro agile.

Cosa succede dal 1 gennaio?

Come detto lo smart working semplificato scade il 31 dicembre 2020, mentre il 31 gennaio 2021 scadrà lo stato di emergenza sanitaria. Se questo non verrà prolungato ulteriormente, dal 1 gennaio 2021 serviranno accordi individuali per attivare il lavoro da remoto. Il datore di lavoro e il lavoratore dipendente, dunque, dovranno siglare un accordo che definisca la quantità di giorni a settimana in smart working, gli strumenti consentiti, gli orari di disconnessione e il calcolo di eventuali straordinari. Se entro il 1 febbraio gli accordi tra le parti non verranno siglati, i dipendenti non potranno più operare in regime di smart working.

Leggi anche: 1. “La gente non ci vuole mai credere fino a quando deve per forza toccare con mano che il virus non è mai stato meno letale”. Parla Cartabellotta del Gimbe 2.Nonostante il Covid abbiamo realizzato solo metà delle terapie intensive e usato un terzo dei fondi per posti letto e tamponi / 3. Coronavirus, Pregliasco: “Tra due-tre settimane si rischia di chiudere i confini regionali” / 4. Tutti i numeri su Immuni tra le omissioni delle Asl e la paura dei contagiati

5. Giallo, arancione, rosso: i 3 scenari del Cts per le chiusure se salgono i contagi / 6. Covid, il ministro Speranza: “Il 75% dei contagi da parenti e amici: stop a tutte le feste” / 7. L’epidemiologo Le Foche: “I contagiati hanno carica virale bassa, epidemia domabile in primavera”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

Ti potrebbe interessare
Economia / Generali, lo scontro entra nel vivo: Mediobanca aumenta le quote azionarie e supera Caltagirone e Del Vecchio
Economia / La digitalizzazione nel mondo del lavoro e la disuguaglianza di genere
Economia / Hai un’idea? Può diventare business. Intervista al Founder Alfredo Fefè
Ti potrebbe interessare
Economia / Generali, lo scontro entra nel vivo: Mediobanca aumenta le quote azionarie e supera Caltagirone e Del Vecchio
Economia / La digitalizzazione nel mondo del lavoro e la disuguaglianza di genere
Economia / Hai un’idea? Può diventare business. Intervista al Founder Alfredo Fefè
Economia / Innovazione e lifestyle: l’eBike traina il mercato della bici. L’industria delle due ruote vale 9 miliardi di euro
Economia / “Google ha sottopagato illegalmente migliaia di lavoratori in tutto il mondo”
Economia / Messico, Amazon costruisce un magazzino in mezzo una baraccopoli: le foto diventano virali
Lavoro / Telecamere nei luoghi di lavoro? Come il VAR sui campi di calcio
Lavoro / Whatsapp e lavoro: attenzione alle chat
Economia / Fca pagò tangenti ai sindacati per corromperli: multa da 30 milioni di dollari negli Usa
Economia / Bonus terme 2021: cos’è, come funziona, quando e chi può richiederlo