Me

Le istruzioni sul 730 precompilato 2019: cosa sapere sul modello per la dichiarazione dei redditi

Di Marco Nepi
Pubblicato il 9 Mag. 2019 alle 16:40 Aggiornato il 9 Mag. 2019 alle 21:38
Immagine di copertina

730 Precompilato Istruzioni | Come accedere | Come modificarlo | Come funziona | Compilazione assistita

730 PRECOMPILATO ISTRUZIONI – Oltre al tradizionale modello 730 per la dichiarazione dei redditi, l’Agenzia delle Entrate mette a disposizione dei contribuenti una dichiarazione dei redditi precompilata, con dati già inseriti.  Nella dichiarazione vengono inserite automaticamente spese come quelle sanitarie o universitarie, spese funebri, premi assicurativi, contributi previdenziali, bonifici per interventi di ristrutturazione edilizia e di riqualificazione energetica. Chi accetta online il 730 precompilato senza modificarlo non dovrà più presentare ricevute per dimostrare di aver sostenuto spese detraibili e deducibili e non verrà sottoposto a controlli documentali. Riportiamo qui le principali informazioni su come funziona (come accedere online al modello e come modificarlo) e sulla compilazione assistita.

730 Precompilato Istruzioni | Come accedere

Per quanto concerne le modalità di consultazione e modifica online del modello 730 precompilato va detto che per accedere all’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate è opportuno elencare quattro diverse modalità.

Uno. La prima opzione è il Sistema Pubblico di Identità Digitale, SPID, servizio che consente di accedere ai servizi online della Pubblica Amministrazione con un’unica coppia utente-password. Due. Seconda soluzione è Fisconline, servizio telematico dell’Agenzia delle Entrate utilizzato da contribuenti persone fisiche, società ed enti. Tre. Altra possibilità è il ricorso al Pin dei servizi telematizzati dell’Inps o Carta Nazionale dei Servizi (CNS). Quattro. Per quanto riguarda, infine, i dipendenti della Pubblica amministrazione è possibile accedere tramite le proprie credenziali al sistema NoiPA.

Una volta eseguito l’accesso, bisogna connettersi alla sezione dedicata alla dichiarazione dei redditi e visualizzare il proprio 730 precompilato; a partire dal 2 maggio è poi possibile procedere alla sua modifica o all’accettazione prima dell’invio.

LA SCADENZA DEL 730 PRECOMPILATO 2019

730 Precompilato Istruzioni | Come funziona | Come modificarlo

Dopo l’accesso all’area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate il contribuente, relativamente alla propria dichiarazione 730 precompilata può eseguire numerose operazioni, come evidenziato da un provvedimento della stessa Agenzia datato 12 aprile 2019:

  • visualizzazione e stampa;
  • accettazione o modifica, anche con integrazione, dei dati contenuti nella dichiarazione, e invio;
  • versamento delle somme eventualmente dovute mediante modello F24 già compilato con i dati relativi al pagamento da eseguire, con possibilità di addebito sul proprio conto corrente bancario o postale;
  • indicazione delle coordinate del conto corrente bancario o postale sul quale accreditare l’eventuale rimborso;
  • consultazione delle comunicazioni, delle ricevute e della dichiarazione presentata;
  • consultazione dell’elenco dei soggetti delegati ai quali è stata resa disponibile la dichiarazione 730 precompilata.

I VANTAGGI DEL 730 PRECOMPILATO

730 Precompilato Istruzioni | Compilazione assistita

Per il modello 730 precompilato, dicevamo, è prevista anche una compilazione assistita. Si tratta di una delle ultime novità. La compilazione assistita dà la possibilità ai contribuenti di scegliere fra due modalità di compilazione, quella tradizionale e quella semplificata. Con la modalità semplificata è possibile modificare in modo del tutto guidato la parte degli oneri detraibili e deducibili, aggiungendo delle voci di spesa ulteriori rispetto a quelle già inserite dall’Agenzia delle Entrate o modificandone gli importi.

Alla fine sarà l’applicazione web in modo automatico a ricalcolare oneri detraibili o deducibili, tenendo conto dei dati aggiunti o rettificati e di eventuali limiti e altre regole previste dalla legge, e ad inserire l’importo totale negli campi del quadro E. La compilazione assistita del 730 precompilato è possibile dal 10 maggio 2019 e riguarda tutto il quadro E del modello, mentre l’anno scorso era possibile compilare in modo assistito solo le sezioni I e II dello stesso quadro.