Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 11:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Cultura

Il Time dedica la copertina a George Floyd e a 35 morti per razzismo negli Usa

Immagine di copertina

Per la prima volta nella sua storia, sul bordo rosso della rivista sono scritti dei nomi

Il Time dedica la copertina a George Floyd e a 35 morti per razzismo negli Usa

Il Time ha lanciato oggi un numero speciale interamente dedicato all’uccisione di George Floyd e alle proteste divampate negli Usa dopo la sua morte durante un fermo della polizia. Nel bordo rosso della copertina della rivista, per la prima volta nella sua storia, sono scritti nomi di persone. Si tratta dei 35 uomini e donne afroamericani morti a causa del razzismo.

La copertina è un dipinto dell’artista Titus Kaphar, che realizzò un quadro per Time anche nel 2014 in occasione delle proteste per l’uccisione di Michael Brown nel 2014 a Ferguson. “Per la prima volta, attorno al dipinto di Kaphar, il bordo rosso di Time include nomi di persone: 35 uomini e donne neri le cui morti, in molti casi avvenute per mano della polizia, sono il risultato di un razzismo sistemico e hanno aiutato l’ascesa del movimento Black Lives Matter“, ha spiegato la rivista sul suo sito. “I loro nomi sono semplicemente una parte di molti altri che hanno perso la vita a causa della violenza razzista che ha fatto parte di questa nazione fin dall’inizio”.

I nomi citati nel bordo della copertina sono: Trayvon Martin, Yvette Smith, Eric Garner, Michael Brown, Laquan McDonald, Tanisha Anderson, Akai Gurley, Tamir Rice, Jerame Reid, Natasha McKenna, Eric Harris, Walter Scott, Freddie Gray, William Chapman, Sandra Bland, Darrius Stewart, Samuel DuBose, Janet Wilson, Calin Roquemore, Alton Sterling, Philando Castile, Joseph Mann, Terence Crutcher, Chad Robertson, Jordan Edwards, Aaron Bailey, Stephon Clark, Danny Ray Thomas, Antwon Rose, Botham Jean, Atatiana Jefferson, Michael Dean, Ahmaud Arbery, Breonna Taylor, e George Floyd.

Durante il video della sua morte, che dura 8 minuti e 46 secondi, George Floyd ha chiamato sua madre, deceduta nel 2018. Il dipinto in copertina, intitolato Analogous Colors, mostra una madre afroamericana che tiene in braccio il suo bambino. Ma la figura del piccolo è stata tagliata per simboleggiare la perdita.

 

Leggi anche: 1.Proteste in Usa, ultime notizie. Il Pentagono contro Trump per la scelta di impiegare l’esercito. Arrestati altri tre poliziotti per la morte di Floyd /2. La figlia di 6 anni di George Floyd: “Mi manca il mio papà, giocava sempre con me. Da grande voglio diventare medico per aiutare gli altri”/3. “Soffocato dalla polizia: quell’uomo morto negli Usa ricorda il caso Magherini. Ma in Italia abbiamo smesso di indignarci”: TPI intervista l’avvocato della famiglia Cucchi

4. “Il gigante buono”: chi era l’afroamericano morto soffocato dalla polizia negli Usa / 5. George Floyd, l’autopsia indipendente smentisce quella delle autorità: “Morto per asfissia” / 6. Usa, quei poliziotti che si uniscono alle proteste: “Marciamo insieme” | VIDEO

Ti potrebbe interessare
Cultura / Consigli per il weekend: le mostre da non perdere questa settimana
Cultura / Consigli per il weekend: i libri da leggere questa settimana
Cultura / Un libro di corsa: Il codice dell’illusionista
Ti potrebbe interessare
Cultura / Consigli per il weekend: le mostre da non perdere questa settimana
Cultura / Consigli per il weekend: i libri da leggere questa settimana
Cultura / Un libro di corsa: Il codice dell’illusionista
Cultura / Il progetto ReWriters entra nei licei e dialoga con la società civile per riscrivere le regole della convivenza sociale
Cultura / “Il virus e la crisi climatica hanno unito il mondo”: intervista al filosofo Emanuele Coccia
Cultura / Luoghi comuni e autoreferenzialità ideologica: ne “Il Dio verde” l’ecologismo di facciata finisce sotto accusa
Cultura / Charles Baudelaire: il poeta del mal de vivre
Cultura / Un libro di corsa: Una nuova vita con Llyod
Cultura / Roma Arte in Nuvola
Cultura / Altro che emancipazione: il libro di Emily Ratajkowski non risolve la questione morale della mercificazione di sé