Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 08:12
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Cronaca

“Per me non è un eroe”: bufera per il post di Vittorio Feltri sul carabiniere ucciso a Roma

Immagine di copertina
Vittorio Feltri

Il direttore editoriale di Libero ha commentato così la morte di Mario Cerciello Rega

Vittorio Feltri sul carabiniere ucciso a Roma: “Non è un eroe”. È bufera

Vittorio Feltri ha fatto sapere con un tweet che, a suo parere, il carabiniere ucciso a Roma non può essere definito un eroe. Come al solito le esternazioni del direttore editoriale di “Libero” non hanno lasciato indifferenti e anzi hanno sollevato un polverone.

Feltri su Camilleri: “Se muore non vedremo più il terrone rompicoglioni Montalbano”

Mario Cerciello Rega è morto, nella notte tra giovedì 25 e venerdì 26 luglio, dopo essere stato colpito con 11 coltellate da Elder Finnegan Lee, uno dei due studenti 20enni americani ora in carcere per omicidio.

“Un vicebrigadiere che dimentica la pistola in caserma e si fa accoltellare da un ragazzotto mezzo scemo, fatico a definirlo eroe”, aveva scritto il giornalista sul suo profilo Twitter.

Vittorio feltri non è un eroe
Credits: Twitter Vittorio Feltri

E poi ha aggiunto: “E se il compagno del vicebrigadiere non si accorge che il collega viene aggredito forse è un po’ stranito, almeno lui poteva sparare”.

Frasi pronunciate da Feltri che hanno spaccato i followers sul social di microblogging: “Beh…quello che penso anch’io…spiace si…ma è inaccettabile un comportamento così superficiale da parte di chi dovrebbe proteggere e proteggersi dal crimine…” , scrive un utente.

Chi è Mario Rega Cerciello, il carabiniere accoltellato e ucciso a Roma nella notte

Di parere contrapposto un altro: “E’ un eroe perché contava di risolvere pacificamente la cosa. Oggi per carabinieri ed agenti maneggiare armi è pericoloso, sono le leggi che finiscono per tutelare malviventi lasciando scoperti loro, servitori dello Stato. Per la legge la pistola d’ordinanza va usata in pochi casi”.

A chiarire le dinamiche dell’omicidio era stato il colonnello Francesco Gargaro nel corso di una conferenza stampa alla sede del Comando provinciale carabinieri di Roma: “Aveva solo le manette. Se anche avesse avuto la pistola non avrebbe avuto la possibilità di reagire”.

Libero e il titolo shock contro Carola Rackete: “Non indossava il reggiseno”

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il 31,1% degli italiani ha completato il ciclo vaccinale
Cronaca / Mappa Ecdc: Italia verde, solo tre regioni arancioni
Cronaca / Parma, lo “sciamano italiano” sgridato perché senza mascherina reagisce e rompe il naso a un passante e insulta la vigilanza del Fidenza Village
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Il 31,1% degli italiani ha completato il ciclo vaccinale
Cronaca / Mappa Ecdc: Italia verde, solo tre regioni arancioni
Cronaca / Parma, lo “sciamano italiano” sgridato perché senza mascherina reagisce e rompe il naso a un passante e insulta la vigilanza del Fidenza Village
Cronaca / Covid, oggi 927 nuovi casi e 10 morti: il bollettino del 24 giugno
Opinioni / La statua della porchetta, celebrazione del rituale tutto romano della magnata
Cronaca / Parla il padre di Nicola Tanturli: “Chiamare i soccorsi 9 ore dopo è stato un errore, pensavamo si fosse addormentato nei dintorni”
Cronaca / Come è cambiato il consumo e lo spaccio di droghe in Europa durante la pandemia
Cronaca / Aggiornamento vaccini anti-Covid: quante dosi sono state consegnate e somministrate in Italia | 24 giugno 2021
Cronaca / Mugello, accertamenti della procura su precedente “fuga” del fratellino di Nicola
Cronaca / Monsignor Galantino contro Fedez: "O ignora le cose o è in malafede"