Covid ultime 24h
casi +16.146
deceduti +477
tamponi +273.506
terapie intensive -35

Il virus della legalità, maratona online per la Giornata Internazionale contro la Corruzione. Modera Giulio Gambino. Diretta video su TPI

Mercoledì 9 dicembre, dalle 11 alle 15 in diretta streaming su TPI. Modera il direttore Giulio Gambino. Tra gli ospiti: Federico Cafiero De Raho (Proc. nazionale antimafia), Enrico Mion (Responsabile Guardia di finanza anticorruzione su delega del Com generale Giuseppe Zafarana, Pasquale Tridico (Presidente Inps), Walter Ricciardi (Consigliere ministro Speranza per emergenza Covid), Giuseppe Busia (Presidente Anac autorità anticorruzione)

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 7 Dic. 2020 alle 14:54 Aggiornato il 9 Dic. 2020 alle 16:58
32

Il virus della legalità, il ciclo di interventi con i massimi esponenti della legalità in occasione della Giornata Internazionale contro la Corruzione

In occasione della Giornata Internazionale contro la Corruzione promossa dall’UNESCO, venti tra magistrati, prefetti, personalità del mondo della politica e dalla giustizia parteciperanno a Il virus della legalità, evento online ideato dalla Fondazione De Sanctis e moderato da tre brillanti firme del giornalismo italiano: Pietro Del Soldà, Marco Filoni e Giulio Gambino. La maratona verrà trasmessa in diretta streaming mercoledì 9 dicembre, dalle 11 alle 15, sul sito dedicato www.ilvirusdellalegalita.com, e sul sito di Corte dei Conti, The Post Internazionale e Rai Cultura.

“La corruzione – scrive l’Unesco, che patrocina l’iniziativa – prospera in tempi di crisi e la pandemia globale in corso non fa eccezione. Durante la crisi sanitaria del COVID19, combattere la corruzione può fare la differenza tra la vita e la morte”. L’iniziativa è ideata in collaborazione con Mauro Palma, Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale, che dichiara: “La tutela dei diritti delle persone private della libertà è un compito innanzitutto preventivo: occorre prevenire qualsiasi diminuzione dei diritti delle persone, in particolare di quelle più vulnerabili. In questa prospettiva la prima prevenzione riguarda la lotta a ogni forma di corruzione: quella che porta le persone socialmente fragili a divenire vittima di chi falsamente si presenta come possibile risolutore di problemi, quella che porta alle discriminazioni anche in quei luoghi dove l’uguaglianza dovrebbe essere elemento costitutivo, quella che porta a defraudare le risorse delle istituzioni riducendo la loro capacità di rispondere ai bisogni della collettività, a totale vantaggio di quelle realtà criminali che nella corruzione trovano il proprio terreno di espansione. Per questo è doveroso sottolineare l’impegno che questa giornata contro la corruzione visivamente esprime”.

Pietro Del Soldà, Marco Filoni e Giulio Gambino moderano: Dr. Franco Bernabè Presidente della Commissione Nazionale italiana Unesco; Avv. Giuseppe Busia Presidente dell’Autorità Nazionale Anticorruzione; Dr. Federico Cafiero De Raho Procuratore nazionale antimafia; Gen. Giuseppe De Riggi generale dei carabinieri; Dr. Guido Carlino Presidente della Corte dei Conti; Dott.ssa Lucia Castellano Direttore generale dell’esecuzione penale esterna e di messa alla prova del Dipartimento per la Giustizia Minorile e di Comunità; Dott. Michele Corradino magistrato del consiglio di stato; Dr. David Ermini Vice presidente del CSM; Dr. Daniele Franco Direttore Generale della Banca d’Italia; Pref. Franco Gabrielli Capo della Polizia Direttore Generale della Pubblica Sicurezza; Dott.ssa Maria Masi Presidente del Consiglio nazionale forense; Dr. Giovanni Mammone già Presidente della Corte di Cassazione; Dr. Massimiliano Martone Presidente di Smart-Info; Dr. Giovanni Melillo Procuratore capo di Napoli; Generale della guardia di finanza Gen. B. Enrico Mion Comandante nucleo speciale anti corruzione; Dr. Mauro Palma Presidente Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale; On. Mario Perantoni Presidente della commissione giustizia della Camera; Pres. Dino Petralia Capo del DAP; Dr. Domenico Pianese Segretario Generale del Coisp; Amm. Giovanni Pettorino Capo di Stato Maggiore della Marina; Prof. Walter Ricciardi Consigliere del Ministro della Salute per l’emergenza Covid; On. Marina Sereni Vice Ministra degli Esteri; Dr. Pierluigi Stefanini Presidente del Gruppo Unipol; Dr. Angelo Sticchi Damiani Presidente ACI; Dr. Roberto Tartaglia Vice capo DAP; Dr. Pasquale Tridico Presidente dell’INPS.

L’evento – in partnership con Unipol, Coisp, Smart-Info, Cepell, Treccani, The Post Internazionale, Rai Cultura e in partnership istituzionale con la Corte dei Conti e il Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale – conferma la vocazione della Fondazione De Sanctis per la promozione di iniziative dedicate alla diffusione della conoscenza. Nello specifico è il quarto appuntamento online dopo le maratone letterarie e scientifiche di Capolavori della Letteratura, I Love Scienza e dopo la maratona filosofica Pensare il presente.

L’iniziativa, quindi, si inserisce in un piano specifico volto alla divulgazione di un pensiero critico nei confronti del reale. “La Fondazione De Sanctis – dichiara il Presidente Francesco De Sanctis – realizza la maratona Il virus della legalità per delineare un quadro estremamente complesso e così riaffermare la possibilità di una via alternativa alla corruzione, ricordare come un mondo più trasparente è un mondo più aperto alla cultura”.

La Fondazione De Sanctis nasce nel 2007 su iniziativa dell’architetto Francesco De Sanctis, pronipote del critico letterario a seguito dell’acquisizione di un lascito di famiglia costituito dall’archivio personale e dalla biblioteca dell’illustre antenato. Il virus della legalità è un progetto della Fondazione De Sanctis, è realizzato con la partnership istituzionale della Corte dei Conti e in collaborazione con COISP Sindacato Polizia di Stato. Sono partner Unipol, Smart-Info, Cepell, Treccani, The Post Internazionale e Rai Cultura. L’evento ha il patrocinio di Unesco e Camera dei Deputati.

32
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.