Covid ultime 24h
casi +29.003
deceduti +822
tamponi +232.711
terapie intensive -2

Venerdì nero in Lombardia, tra Covid e sciopero mezzi: “Bruciati 24 milioni in un giorno”

Confcommercio Milano evidenzia in maniera critica la perdita di produttività stimata a causa dello sciopero di 24 ore. Il Consigliere regionale del Pd Ponti appoggia la protesta dei pendolari Trenord: "Chiediamo maggiore sicurezza"

Di Lorenzo Zacchetti
Pubblicato il 23 Ott. 2020 alle 09:36
0
Immagine di copertina

Venerdì nero in Lombardia, tra Covid e sciopero dei mezzi

Venerdì 23 ottobre, una giornata decisamente difficile nella Lombardia alle prese con la seconda ondata di Covid-19 e, per 24 ore, anche con lo sciopero generale dei mezzi indetto dal sindacato di base CUB. L’agitazione comporterà lo stop dei mezzi pubblici locali, da quelli di Atm nella città di Milano ai treni di Trenord e Trenitalia, passando per il trasporto aereo e marittimo. In un momento nel quale la rete dei trasporti pubblici è sotto una forte pressione determinata dalla crisi sanitaria, i sindacati avanzano rivendicazioni che comprendono maggiori ammortizzatori sociali, più investimenti su sanità pubblica, scuola, territorio, trasporto collettivo e edilizia popolare, progressività della tassazione, riduzione di quella a carico dei lavoratori e pensione a 60 anni o 35 di contributi.

Sul tema del trasporto, Gigi Ponti, consigliere regionale del Pd, esprime il proprio appoggio ai pendolari di Trenord, chiedendo “un’ informazione più accurata e maggiore sicurezza”. L’esponente Dem sta infatti raccogliendo i reclami dei passeggeri sui problemi riguardanti le varie tratte, dai guasti ai ritardi: “Le segnalazioni sono tante e puntuali e riguardano molte linee, tra cui la Milano-Laveno. A mancare, proprio in giorni per tutti difficili, sono le informazioni e i dispositivi di sicurezza, a partire dai dispenser di igienizzanti e dai dispositivi contapasseggeri che dovrebbero segnalare, tramite app, quali treni sono affollati. Chiediamo a Trenord di attuare al più presto provvedimenti per garantire ai pendolari una informazione puntuale e una maggiore sicurezza”.

Decisamente critico il punto di vista di Marco Barbieri, segretario generale di Confcommercio Milano, secondo il quale lo sciopero “brucerà in un giorno oltre il 3 per cento dei consumi giornalieri a Milano, per circa 2 milioni di euro. Ma più alta ancora, vicino al 4 per cento, è la perdita in produttività: quasi 24 milioni di euro al giorno”. Dati, precisa Barbieri, stimati sulla base di elaborazioni pre-Covid e che sono in via di aggiornamento con l’Ufficio Studi di Confcommercio.

Leggi anche: 1. Covid in Lombardia, Borghetti: “Servono 5.000 tamponi al giorno e un piano straordinario per le RSA” 2.  Tamponi Covid falsi Campania, la reazione di de Magistris all’inchiesta di TPI: “Un seme che germoglia nel far west delle Asl” 3. Milano, l’infettivologa dell’Ospedale San Paolo: “Ho paura, ogni giorno apriamo nuovi reparti”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.