Covid ultime 24h
casi +17.455
deceduti +192
tamponi +257.024
terapie intensive +15

Viso avvolto nel nastro adesivo trasparente: la nuova sfida estrema pubblicata su TikTok. Denunciata influencer di Siracusa

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 28 Gen. 2021 alle 11:25
223
Immagine di copertina
Un adolescente utilizza Tik Tok, il social network più diffuso tra i giovanissimi, Milano, 22 gennaio 2021. Credits: ANSA/ANDREA FASANI

TikTok, denunciata influencer per una sfida estrema lanciata sul social

Un uomo e una donna si coprono il viso con un nastro adesivo trasparente e restano così, senza respirare. È il video di una nuova challenge lanciata su TikTok e rintracciata dalla polizia postale di Firenze. La breve clip della sfida social ha un link riconducibile al profilo di una influencer siciliana originaria di Lentini, nel Siracusano. La donna, 48 anni, madre di una bambina, è stata denunciata per “istigazione al suicidio” e la procura di Firenze, che coordina le indagini, ha emesso un provvedimento urgente di perquisizione, anche informatica, e sequestro degli account social dell’influencer che avrebbe lanciato la sfida estrema su TikTok. A eseguire il provvedimento è stata la polizia postale di Catania.

“Il predetto video, estremamente pericoloso in quanto visibile a tutti gli utenti senza restrizioni, potendo costituire oggetto di emulazione da parte di minorenni, come purtroppo già accaduto nei recenti fatti di cronaca con sfide analoghe, è stato immediatamente segnalato dal Centro nazionale per il contrasto alla pedopornografia online del servizio polizia postale di Roma e rimosso dalla piattaforma TikTok”, si legge nel comunicato della polizia postale. La vicenda, infatti, segue di pochi giorni le morti di due bambini di 10 e 9 anni, a Palermo e a Bari. Sulla morte dei due piccoli sta proprio indagando la polizia postale per capire se ci sia un legame effettivo con le sfide estreme lanciate su social.

Dalle prime indagini, gli inquirenti hanno scoperto che la donna, seguita su TikTok da 731mila followers di ogni età, in passato aveva pubblicato altre challenge video dello stesso genere. Il pericolo è che quelle sfide possano essere emulate dai minorenni.  Da qui la decisione dei magistrati di Firenze, il procuratore aggiunto Luca Tecsaroli e il sostituto Fabio Vizio, di emettere il provvedimento. I video delle challenge pericolose sono state rimosse e l’influencer ha il profilo aperto ma non può pubblicare.

Leggi anche: 1. Bari, un altro bambino è stato trovato morto con una corda intorno al collo; // 2. Bambina muore soffocata a Palermo: il Garante della privacy blocca i dati utenti su TikTok;// 3. “Antonella mi ha chiesto una cintura, mi fidavo di lei, era una bambina ubbidiente”: parla il padre della ragazzina morta per una sfida su Tik Tok; // 4. Tik Tok, l’app virale che fa concorrenza a Instagram: come funziona e perché sta avendo così tanto successo

223
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.