Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Cronaca

Palermo, bambina di 10 anni si lega al collo una cintura per una sfida su TikTok: dichiarata morte cerebrale

Immagine di copertina

Dramma a Palermo, dove i medici dell’ospedale “di Cristina” hanno dichiarato la morte celebrale di una bambina di 10 anni, ricoverata ieri nel reparto di rianimazione per un arresto cardiocircolatorio dovuto a un’asfissia prolungata. Già questa mattina i dottori avevano spiegato che la piccola era in “coma irreversibile”. I genitori avrebbero acconsentito alla donazione degli organi.

Secondo le prime ricostruzioni la bambina si era legata una cintura alla gola per partecipare  a una sfida su TikTok, uno dei social più seguiti dagli adolescenti, la “Black out challenge” o “hanging challenge”, che prevede una prova di resistenza. La sfida consiste nello stringersi una cintura attorno al collo e resistere il più possibile. La piccola avrebbe seguito i vari passaggi prima di restare asfissiata, trovandosi poi senza forze e cadendo per terra. Pare che sia stata trovata dalla sorellina attaccata con una cintura al termosifone. I genitori quindi sono corsi in auto al pronto soccorso.

Il suo cuore si sarebbe fermato per alcuni interminabili minuti prima di ricominciare a battere grazie alle manovre rianimatorie eseguite dal personale sanitario. Ma non sono bastate, e oggi la piccola non ce l’ha fatta. Un gruppo di amici e parenti in lacrime ha raggiunto il nosocomio.

Quello di Palermo purtroppo non è il primo caso del genere. A Napoli, lo scorso ottobre, un bambino di appena 11 anni si è suicidato lanciandosi dal balcone di casa. La Polizia di Stato e la Procura hanno ipotizzato subito la configurazione del reato di istigazione al suicidio. Il ragazzino prima di lasciarsi cadere ha lasciato un bigliettino con il quale ha chiesto scusa alla mamma e nel quale fa riferimento a uno stato di paura vissuto nelle ultime ore di vita.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / La killer della mamma di Donato “Con mollica o senza” confessa: “L’ho uccisa io, ma non per soldi”
Cronaca / Lite tra Micaela Ramazzotti e Paolo Virzì: la procura apre un'inchiesta
Cronaca / Le prime parole di Roberto Baggio dopo la rapina: “Solo alcuni punti di sutura, ora resta da superare la paura”
Ti potrebbe interessare
Cronaca / La killer della mamma di Donato “Con mollica o senza” confessa: “L’ho uccisa io, ma non per soldi”
Cronaca / Lite tra Micaela Ramazzotti e Paolo Virzì: la procura apre un'inchiesta
Cronaca / Le prime parole di Roberto Baggio dopo la rapina: “Solo alcuni punti di sutura, ora resta da superare la paura”
Cronaca / No peace no panel: un nuovo standard per la comunicazione in tempo di conflitto
Cronaca / Capisce che il figlio ha stuprato una donna e lo denuncia: il ragazzo stava scappando in Spagna
Cronaca / È morta la nota psicologa Vera Slepoj: stroncata a 70 anni da un malore
Cronaca / Roberto Baggio rapinato nella sua villa durante Italia-Spagna
Cronaca / Lodi, incidente sul lavoro: operaio 18enne muore schiacciato in un incidente
Cronaca / Vaticano, mons. Viganò accusato di scisma: chiese le dimissioni di Papa Francesco
Cronaca / Torino, direttrice del supermercato vieta il bagno alle cassiere