Roma, l’abbattimento della Tangenziale Est ha (finalmente) una data di inizio lavori: è il 5 agosto 2019

Di Giovanni Macchi
Pubblicato il 24 Lug. 2019 alle 16:56 Aggiornato il 10 Gen. 2020 alle 20:22
0
Immagine di copertina

Tangenziale est di Roma, il 5 agosto iniziano i lavori per l’abbattimento

È ufficiale (finalmente, dicono i romani). Un tratto della Tangenziale Est di Roma verrà abbattuto. E ora non è soltanto l’ennesimo annuncio, come i tanti che si sono ripetuti in questi anni e a cui non è seguita nessuna azione concreta. Ora c’è anche una data di inizio lavori: lunedì 5 agosto.

Ad essere smantellato sarà il tratto della sopraelevata sopra la Stazione Tiburtina. “Un’attesa lunga vent’anni e che ora è giunta a conclusione. Lunedì 5 agosto inizieranno i lavori che porteranno all’abbattimento del tratto sopraelevato di circa 500 metri della Tangenziale est, davanti alla stazione Tiburtina. È un intervento storico per la città di Roma”, sono state le parole che la sindaca di Roma, Virginia Raggi, ha con soddisfazione scritto in un post su Instagram.

Il cantiere è stato affidato a una ditta che svolgerà i lavori “nei 450 giorni previsti, divisi in dodici fasi”, ha spiegato sempre il primo cittadino di Roma. “Saranno chiusi gli accessi alle rampe del tratto interessato dai cantieri, davanti allo scalo ferroviario. È stata già predisposta la viabilità locale alternativa per le auto, che potranno raggiungere San Giovanni o lo stadio Olimpico utilizzando le complanari laterali o la Circonvallazione interna, ovvero il tratto sotterraneo della Tangenziale est”, sono invece state le rassicurazioni per quanto riguarda la viabilità della zona.

Ad ogni modo, proprio per quanto riguarda viabilità e percorsi alternativi, la Raggi ha chiarito che “nei prossimi giorni saranno fornite ulteriori informative ai cittadini e verranno realizzati cartelloni sulla realizzazione dei lavori”.

Si tratta di un intervento infrastrutturale davvero molto atteso dai cittadini della capitale, ma soprattutto dagli abitanti delle zone interessate da questa enorme “presenza” che, senza dubbio, ne deturpava l’aspetto.

Erano infatti quasi 20 anni che i cittadini di Roma attendevano l’abbattimento del tratto della Tangenziale Est: l’ultima volta un tentativo lo aveva fatto Ignazio Marino, ma poi l’ipotesi di un parco urbano aveva bloccato tutto.

La Giunta di Virginia Raggi ha poi stanziato 9,9 milioni di euro per questo intervento che sta ora per diventare realtà.

“Il progetto sull’abbattimento della Tangenziale est ha un’origine lontana – ha spiegato sempre la sindaca di Roma – risalente al 2000, essendo previsto nell’accordo di programma sul piano di assetto della stazione Tiburtina. Lungaggini burocratiche, volontà politiche, difficoltà di progettazione e realizzazione hanno rischiato di far naufragare l’intervento. Ora l’area sarà sottratta al degrado, riqualificata e restituita ai cittadini con un volto nuovo”.

Stupro di gruppo in discoteca a Roma, il Dna incastra il ragazzo che diceva di essere innocente

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.