Covid ultime 24h
casi +20.648
deceduti +541
tamponi +176.934
terapie intensive -9

Il direttore dell’ASL Napoli 2: “Non escludo che siano stati fatti tamponi falsi per conto dell’ASL campana”

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 26 Ott. 2020 alle 09:38 Aggiornato il 26 Ott. 2020 alle 09:40
40

Tamponi falsi in Campania, direttore Asl a Gambino: “Non posso escludere rapporti con l’organizzazione” | VIDEO

“Non escludo che possano essere stati fatti tamponi falsi per conto dell’Asl”: così il dottor Antonio D’Amore, direttore dell’Asl Napoli 2, ha riposto a una precisa domanda del direttore di TPI Giulio Gambino, il quale, in riferimento all’inchiesta sui tamponi falsi in Campania realizzata da Amalia De Simone per TPI, ha chiesto se si sentisse di escludere che tra la Asl partenopea e l’organizzazione criminale vi fosse stato un qualche rapporto. Il confronto è avvenuto nel corso della puntata di Non è l’Arena, in onda domenica 25 ottobre su La7, nel corso della quale si è parlato, tra le altre cose, anche dell’inchiesta (qui la ricostruzione completa), che ha svelato l’esistenza di una mega-truffa che ha messo a rischio la salute di migliaia di cittadini inconsapevolmente positivi, vittime di un sistema che forniva loro risultati falsi di tamponi Covid, con il rischio concreto che, circolando liberamente, potessero infettare a loro volta tutte le persone con cui entravano in contatto.

L’INCHIESTA COMPLETA DI TPI SUI TAMPONI FALSI IN CAMPANIA

L’INCHIESTA DI TPI SUI TAMPONI FALSI IN CAMPANIA

  1. Le intercettazioni
  2. Chi sono i membri dell’organizzazione
  3. La testimonianza
  4. La storia di una delle persone truffate
  5. L’intervista a De Magistris
  6. Il documento che smaschera la banda

40
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.