Stupro Viterbo, confermato il carcere per i due arrestati

Di Elena Giuliano
Pubblicato il 3 Mag. 2019 alle 17:12 Aggiornato il 3 Mag. 2019 alle 20:13
0
Immagine di copertina

Stupro Viterbo – E’ stata confermata la condanna in carcere per il consigliere comunale Francesco Chiricozzi, 21 anni e il militante di CasaPound  Riccardo Licci, 19 anni,  arrestati con accusa di stupro.

La vicenda avvenuta il 12 aprile 2019 a Viterbo (qui abbiamo ricostruito approfonditamente tutta la vicenda) ha visto l’aggressione di una ragazza di 36 anni che ha denunciato di essere stata violentata da Chiricozzi e Licci. Lo stupro è avvenuto nel pub “Old Manners” di Viterbo dove la ragazza sarebbe stata percossa e violentata.

In seguito alla denuncia, i due accusati di violenza sessuale di gruppo e lesioni aggravate sono stati espulsi dall’organizzazione. “Qualora e se risultassero colpevoli, auspico pene durissime come per ogni altro infame stupratore. Castrazione compresa” queste le parole di Simone di Stefano, segretario nazionale di CasaPound.

Il Gip ha respinto le istanze di scarcerazione che erano state avanzate nei giorni precedenti. Le motivazioni sono quelle che continuano a confermare il rischio di inquinamento probatorio. Infatti i ragazzi avevano condiviso le foto dello stupro sul loro gruppo social ricevendo in seguito dei messaggi da alcuni familiari che li invitavano a cancellare le chat e le foto.

Chi è Francesco Chiricozzi, consigliere Casapound arrestato per stupro

Il racconto della vittima: “Ricordo un pugno, poi più nulla. Mi sono svegliata piena di lividi”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.