Sparatoria Trieste, Rita Dalla Chiesa contro Chef Rubio: “Difenditi da solo se non ti fidi della Polizia”

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 6 Ott. 2019 alle 12:04
706
Immagine di copertina

Sparatoria Trieste, Rita Dalla Chiesa contro Chef Rubio

“Difenditi da solo!”: anche Rita Dalla Chiesa, figlia del generale ucciso dalla mafia nella strage di via Carini, all’attacco di Chef Rubio per le esternazioni su Twitter dopo la sparatoria di ieri nella questura di Trieste, costata la vita a due agenti.

Gli agenti Pierluigi Rotta e Matteo Demenego hanno perso la vita dopo una sparatoria avvenuta nella Questura di Trieste, a esplodere due colpi è stato Alejandro Augusto Stephan Meran, ventinovenne dominicano affetto da disagio psichico. L’uomo era stato fermato perché ritenuto responsabile di una rapina avvenuta in mattinata.

L’episodio, come immaginabile, ha acceso l’attenzione dei media suscitando anche qualche polemica, non ultima quella tra Chef Rubio e l’ex ministro dell’Interno Matteo Salvini nella quale poi è intervenuto in fratello di uno degli agenti uccisi, che dopo aver attaccato lo chef ha chiesto scusa.

E ad entrare nella polemica è anche Rita dalla Chiesa: “Allora, adesso basta con questa storia della mancanza di preparazione dei nostri ragazzi delle #Forze Dell’Ordine. @rubio_chef, se mai ti capiterà di essere minacciato pesantemente da qualcuno, difenditi da solo, visto che di loro non ti fidi. Vergognati per la tua immensa pochezza”. “Sapesse almeno cucinare…”, ha dichiarato in un tweet.

Leggi anche:

Sparatoria di Trieste: la ricostruzione completa

Sparatoria a Trieste, il sindaco Dipiazza a TPI: “I poliziotti non sono più sicuri in Italia, siamo in guerra”

Chi sono i due poliziotti uccisi nella sparatoria di Trieste

Chi è Alejandro Augusto Stephan Meran, l’uomo che ha ucciso i due poliziotti

706
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.