Covid ultime 24h
casi +23.232
deceduti +853
tamponi +188.659
terapie intensive +6

Siri davanti ai pm: depositata una memoria difensiva

Di Enrico Mingori
Pubblicato il 8 Mag. 2019 alle 15:59
0
Immagine di copertina
Armando Siri

Siri pm | Armando Siri, ormai ex sottosegretario alle Infrastrutture e ai Trasporti (Lega) [chi è], si è presentato davanti ai pm che indagano su di lui per corruzione. Il colloquio con i magistrati si è svolte quasi in contemporanea con il Consiglio dei ministri che ha deciso per la revoca delle sue deleghe (qui il riassunto completo della vicenda).

Siri, che ieri aveva fatto sapere che non avrebbe risposto alle domande dei pm, ha rilasciato alcune dichiarazioni spontanee e tramite i suoi legali ha depositato una memoria difensiva. Il colloquio con i magistrati della Procura di Roma è durato circa un’ora.

I pm capitolini ipotizzano nei confronti dell’ex sottosegretario il reato di corruzione: Siri, in particolare, avrebbe intascato una mazzetta da 30mila euro per sollecitare l’inserimento nel Def 2018 di una norma che facilitasse l’erogazione di contributi economici in favore di imprenditori attivi nel settore delle energie rinnovabili.

I magistrati ipotizzano un legame tra il leghista e l’imprenditore Vito Nicastri per il tramite dell’ex deputato Paolo Arata.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.