Sedici bambini assumono farmaco contaminato e contraggono la “sindrome del lupo mannaro”

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 28 Ago. 2019 alle 10:57
0
Immagine di copertina

Sedici bambini colpiti dalla sindrome del lupo mannaro dopo aver assunto omeprazolo contaminato

È stata definita “sindrome del lupo mannaro“. Si tratta di una malattia che porta una crescita smisurata di peli in tutto il corpo e ha colpito sedici bambini in Spagna, nella regione Costa del Sol.

Dopo avere assunto medicine contaminate, questo gruppo di bimbi spagnoli ha contratto infatti l’ipertricosi.

I sedici piccoli hanno assunto omeprazolo, un principio attivo utilizzato, tra le altre cose, per curare il reflusso acido e l’indigestione. Alcune di queste pasticche assunte dai bimbi, però, erano contaminate. Questa alterazione del farmaco potrebbe avere causato quindi la “sindrome del lupo mannaro”.

Sindrome del lupo mannaro, patologia legata appunto a una crescita abnorme di peli su tutto il corpo.

La partita di medicinali sarebbe stata contaminata con minoxidil, un composto chimico usato per contrastare l’alopecia e che stimola, di conseguenza, la crescita di peluria.

L’Agenzia spagnola per i medicinali e i prodotti sanitari (AEMPS) ha ritirato diversi lotti della Farma-Química Sur SL, società farmaceutica produttrice.

Secondo quanto si apprende dai media spagnoli, dopo la diagnosi, ai sedici bimbi è stato sospeso il farmaco.

Dopo la sospensione del medicinale si è verificata una diminuzione dalla peluria, quindi, presumibilmente, i bambini dovrebbero tornare tutti ad essere come prima.

Cos’è la Epidermolisi Bollosa, la rara malattia della pelle dei “bambini farfalla”

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.